• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Mercato Lazio, perché non Duvan Zapata? I motivi di una suggestione

di redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA – Nel marzo scorso si era già parlato di un interessamento della Lazio per Duvan Zapata. E se oggi il suo nome tornasse di moda, così, all’improvviso? Se spuntasse questo gigante colombiano, se svettasse lui tra tutti i nomi accostati ai biancocelesti per l’attacco? Piuttosto che prendere Caicedo (2 goal l’anno scorso, con la maglia dell’Espanyol), meglio puntare sulla punta ormai ex Udinese. L’operazione Zapata non sembra così folle. E dal punto di vista tecnico, la Lazio si assicurerebbe un giocatore valido.

EVENTUALE COSTO DELL’OPERAZIONE

Pare che il Napoli abbia già rifiutato 15 milioni più bonus offerti dal Torino e che ne chieda 25 (trattabili) per lasciar partire Zapata. Trattare con De Laurentiis non è facile, e probabilmente la valutazione partenopea è eccessiva: Zapata ha fatto vedere buona cose a Udine, ma senza il salto di qualità decisivo. E non è più giovanissimo, essendo un classe 1991. La Lazio potrebbe far leva sulla sua voglia di giocare: Zapata, nel Napoli, è chiuso da Mertens e Milik. Con un’offerta di venti milioni l’operazione si potrebbe chiudere. Ma non è detto che debba andare per forza così: un prestito oneroso (2-3 milioni) con diritto di riscatto (a 16-18 milioni) potrebbe far comodo ad entrambe le squadre. E al giocatore, s’intende.

DUVAN NELLA LAZIO

Nonostante non abbia segnato molto, con la maglia dell’Udinese, Duvan Zapata è un attaccante valido ed efficace: c’è da considerare che i bianconeri non sono una squadra che segna moltissimo (47 gol nella scorsa stagione, l’esatta metà rispetto al Napoli che guida questa classifica con 94 reti), e Zapata in due anni a Udine ha messo a segno solo 18 gol. Ma quanto lavoro per la squadra. E quante difficoltà, per gli avversari, nel difendersi dalle sue sgroppate, dalle sue sportellate. Se lo ricordano bene i difensori della Juventus (Bonucci in primis), che in questa stagione non sono riusciti a fermarlo (qui il video della sua rete): neanche una cannonata ci sarebbe riuscita, in quell’occasione. Zapata ha un fisico impressionante, e con Immobile potrebbe sicuramente far bene: i due si completano, Ciro più mobile e concreto sotto porta, Zapata da lavoro sporco, sponde e sportellate. Una coppia potenzialmente ottima di giocatori abituati alla Serie A e nel pieno della loro carriera.

immobile

Immobile e Zapata: due elementi offensivi che si incastrano perfettamente insieme, come fosse una partita a Tetris. E invece è una partita a scacchi, e Inzaghi in questo momento sta fissando lo scacchiere. In attesa di sapere su quali pedine potrà contare, nella prossima stagione: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy