nazionale

Barella scatenato contro il Belgio, Donnarumma e Mancini da record

Donnarumma

Non solo la gioia della vittoria: un occhio anche alle statistiche, con l'ennesimo primato stabilito dal CT Azzurro e non solo

redazionecittaceleste

Gli Azzurri vincono la finale di consolazione contro il Belgio e mettono in bacheca un terzo posto in Nations League. Al di là del risultato nella competizione, ciò che conta del successo di oggi sono i punti che si guadagneranno nel ranking FIFA, in ottica Mondiale 2022. Ma la partita di oggi è stata particolarmente importante anche per alcune statistiche interessanti che ha regalato. Partiamo allora da Barella, che quando vede il Belgio si scatena. Il classe ’97 è arrivato oggi a trentatré presenze con la Nazionale, mettendo a segno il settimo goal. E il secondo contro il Belgio in altrettanti incroci. Era stato proprio il centrocampista nerazzurro, infatti, ad aprire la gara valida per i quarti di finale di Euro 2020. Alla sua rete seguirono quelle, tutte nel primo tempo, di Insigne e Lukaku. Oggi, invece, tutto nella seconda frazione, con Berardi e De Ketelaere a seguire Barella.

 Mancini

Donnarumma e la fascia da capitano

Un record importante arriva poi per Gigio Donnarumma. Assenti i senatori, infatti, Mancini ha scelto di consegnare la fascia di capitano proprio al portiere Azzurro. Che è diventato così il calciatore più giovane dal 1965 a indossare la fascia di capitano della Nazionale a 22 anni, 7 mesi e 15 giorni. Meglio di lui, cinquantasei anni fa, Gianni Rivera contro la Polonia, con 21 anni e 8 mesi sulla carta di identità. Il record storico appartiene però a Bruno Nicolé, che indossò la fascia quattro anni prima di Rivera, contro l’Irlanda del Nord. Fu la sua unica volta da capitano e avviene all’età di 21 anni e 61 giorni.

Mancini scrive un altro record

Dopo il record della miglior striscia di sempre nella storia delle nazionali per quanto riguarda i risultati utili consecutivi, arriva un altro record per mister Mancini. Con la vittoria di oggi infatti, come ricorda Opta, Roberto Mancini è diventato l’allenatore più veloce nel raggiungere le 30 vittorie con la Nazionale Azzurra. Ci sono volute infatti solo 44 partite, con uno score che parla di, appunto, 30 vittorie, 11 pareggi e 3 sconfitte.