Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Atalanta-Lazio, Top&Flop: Ciro stellare, Cataldi da urlo. Certi gesti invece…

Immobile e Milinkovic

Ottima prestazione del centrocampista, Immobile nella storia. Abbastanza discutibile invece il lancio degli oggetti

redazionecittaceleste

TOP

Immobile

Impossibile non partire dall’uomo di giornata, dal capitano biancoceleste, dal recordman di sempre. Ciro Immobile entra ancora una volta nella storia e raggiunge Silvio Piola in testa alla classifica dei migliori marcatori di sempre in biancoceleste. Adesso Piola rimane avanti solo nella classifica dei goal in A, con 11 reti di vantaggio: Ciro può raggiungerlo e superarlo già in stagione. Ancora una volta Immobile dimostra di saper punire anche con poche occasioni e, soprattutto, ancora una volta dimostra di essere una persona meravigliosa. A fine gara, infatti, evita i microfoni per non ricevere celebrazioni in un momento di amarezza per la squadra. E, soprattutto, regala la maglia del goal 159 a un tifoso. 

Cataldi

Attenzione, perché la Lazio potrebbe avere in casa il sostituto di Leiva. È vero, le caratteristiche sono diverse, ma conta poco. Cataldi sta dimostrando di gara in gara una crescita continua e una consapevolezza importante. Decisivo in fase difensiva, ha abbinato tanta corsa e tanta sostanza a una gara di qualità. Impossibile non menzionare il passaggio meraviglioso che ha portato al goal di Pedro, così come un altro paio di palloni dati con il contagiri. Dopo qualche anno in naftalina, Cataldi si è preso la Lazio e ora non vuole più lasciarla.

 Immobile

FLOP

Le piccole disattenzioni

Ieri sicuramente un grande ruolo lo ha giocato la sfortuna, perché prendere due reti entrambe nei minuti di recupero non è cosa all’ordine del giorno. Però hanno pesato anche le piccole disattenzioni, troppo gravi per una squadra che è ancora alla ricerca di un equilibrio. Il primo goal dell’Atalanta - ma ci sarebbe da parlare anche del secondo - ne è il classico esempio. A partire dal tiro di Immobile, quando forse sarebbe stato preferibile tenere il pallone, passando per la dormita di Marusic e un Reina raramente decisivo. Per cambiare rotta è fondamentale cambiare anche questi piccoli ma fondamentali dettagli.

I tifosi dell’Atalanta

Reina non si lascia andare alle solite sceneggiate che si vedono sui campi di Serie A, e di questo bisogna essere contenti. Ma il lancio di oggetti dalle tribune da parte dei tifosi dell’Atalanta nei minuti finale rimane una scena di dubbio gusto. La Lazio non farà segnalazioni, ma spetterà al giudice sportivo prendere le adeguate decisioni. Scoprire i colpevoli e punirli è corretto in ogni occasione