Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Capello: “Sono rimasto impressionato negativamente da alcuni calciatori”

Parla Capello

L'ex allenatore, oggi opinionista a Sky Sport, Fabio Capello, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la sconfitta di ieri della Lazio

redazionecittaceleste

L'ex allenatore, oggi opinionista a Sky Sport, Fabio Capello, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la sconfitta di ieri della Lazio contro il Bayern Monacoin Champions League con l'eliminazione dei biancocelesti. A seguire le sue principali parole:

"Il Bayern è di un altro livello, ho visto che dopo aver segnato i gol, i difensori rientravano a difendere. In Italia una cosa del genere non si sarebbe mai vista. La difficoltà della Lazio è stata proprio quella di giocare contro una squadra del genere, i tedeschi l'hanno messa in difficoltà sulla velocità. Questa sera sono rimasto impressionato negativamente da alcuni calciatori perché non riuscivano a fare quello che solitamente fanno in campionato".

Le parole di Cucchi

Sull'argomento ha rilasciato alcune dichiarazioni, tramite alcuni post sul proprio profilo Twitter, anche l'ex radiocronista Riccardo Cucchi, noto per la sua fede laziale. Ecco i contenuti dei suoi post. "Auguro al Bayern di raggiungere la finale. Da laziale: grazie alla squadra. È stato bello rivederla in Champions League. Felice per Parolo. A 36 anni si riporta a casa la piccola soddisfazione di un gol in casa dei campioni d'Europa e del Mondo". E poi uno sul calcio italiano: "Non ci sono più italiane in Champions. Il nostro calcio a livello europeo è in ritardo. Il problema è tecnico. Il divario non si può colmare solo con la tattica. Occorre un cambio di passo: di sistema, di investimenti, di valorizzazione del talento. E di cultura sportiva".

 Parla Cucchi

Cucchi ha speso parole di elogio per Marco Parolo, autore del gol laziale. Un estratto delle sue parole di ieri sera dopo la rete: "Dobbiamo cambiare mentalità. Siamo troppo bloccati e schematici. Per crescere serve la convinzione di poterlo fare da parte di tutti. Quest'anno non si è vista sempre, mentre lo scorso anno siamo stati più bravi. I complimenti ricevuti ci hanno fatto perdere di vista la realtà. Abbiamo peccato in cattiveria e concentrazione. Giocando contro squadre del genere impari come bisogna giocare per vincere ad altissimi livelli".

Potresti esserti perso