Cucchi: “Lazio sciupona ma ha stretto i denti e porta il risultato a casa”. Mimun: “Tre punti strameritati”

Il giornalista di dichiarata fedele laziale Clemente Mimun ha commentato sul proprio profilo Twitter la vittoria della Lazio contro la Sampdoria

di redazionecittaceleste

Il giornalista di dichiarata fedele laziale Clemente Mimun ha commentato sul proprio profilo Twitter la vittoria della Lazio contro la Sampdoria, nella gara di ieri, valida per la giornata numero ventitré del campionato di serie A, la quarta del girone di ritorno. Il noto collega scrive una frase, semplice, quanto laconica: “Grande Lazio, un po’ di sofferenza ma poi tre punti strameritati”, scrive il giornalista.

CUCCHI – Naturalmente, puntuale, arriva anche il commento del noto ex radiocronista Riccardo Cucchi, sempre sulla vittoria biancoceleste. Anche lui di fede laziale. “La Lazio vince di misura. Ha sciupato molto e stretto i denti nel finale contro una Sampdoria generosa. Un po’ stanco al termine, ma grande Luis Alberto. Ranieri che saluta i giocatori uno ad uno, anche quelli della Lazio, l’immagine del calcio che mi piace”, scrive la storica voce di “Tutto il calcio minuto per minuto”.

Luis Alberto festeggiato dopo il gol
Luis Alberto festeggiato dai compagni dopo il gol

A proposito di Ranieri, ieri ha incassato solo la seconda sconfitta contro la Lazio su una panchina di serie A dal 2000 in avanti, una vera bestia nera, un tabù sfatato. La prima era stato il 5-1 dello scorso anno. Grande onestà da parte del mister sampdoriano, comunque, a fine partita, quando dichiara che il rigore su Quagliarella non c’era. Ecco un estratto delle sue parole a Sky Sport di ieri: “E’ stato importante uscire dal campo a testa alta. Il match è stato equilibrato, loro hanno rotto gli indugi per un nostro erroraccio. Abbiamo creato parecchio negli ultimi minuti, ma non mi pare che Reina abbia fatto parate. Abbiamo reso il pomeriggio difficile alla Lazio che è stata fino alla fine sul chi vive. Lavoriamo con costanza, ma non siamo stati pericolosi. Il rigore mi pare che non ci fosse. Le critiche? Non sono così tante, ma qualcuno di diverte a fare il bastian contrario. Criticare una squadra che gioca bene, ha vinto partite difficili e si è tirata fuori da una posizione di classifica complicata, non lo capisco. L’incontro con Papa Francesco è stato emozionante, ma lo avevo già incontrato ai tempi della Roma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy