news

Lazio, allarme Olimpico: il rugby sfratta il calcio, e la Nazionale…

Stadio Olimpico

Destano preoccupazioni le condizioni dello stadio capitolino, già criticate da Sarri e Mourinho: la FIGC valuta cambiamenti

redazionecittaceleste

Rischia di diventare uno dei leitmotiv della stagione, quello riguardante le condizioni del prato dello stadio Olimpico. Il terreno attuale dell’impianto capitolino, tanto lodato in estate durante Euro 2020, sembra essere ormai un lontano parente di quello di qualche mese fa. Non a caso sia Maurizio Sarri che Jose Mourinho si sono lamentati delle condizioni del campo in più di un’occasione. E nonostante la risposta rassicurante di Sport e Salute S.p.A., società che si occupa della cura dello stadio, l’allarme sembra essere tutt’altro che rientrato. Anzi, se possibile, l’emergenza rischia di farsi ancora più seria nelle prossime settimane.

 Stadio Olimpico

Tour de force

A partire dalla fine della pausa per le nazionali e prima della prossima a novembre, lo stadio Olimpico vedrà scendere in campo quattro volte laLazio e tre volte la Roma. A questi appuntamenti, inoltre, si aggiunge la sfida dell’Italrugby contro la Nuova Zelanda. E, il 12 novembre, la partita fondamentale per la qualificazione ai Mondiali tra Italia e Svizzera. Più nello specifico, però, a preoccupare la FIGC è proprio la settimana che precede la sosta, che presenta un calendario a dir poco folle. Giovedì 4 novembre, infatti, la Roma ospiterà il Bodo/Glimt in Conference League. Sabato 6, a distanza di meno di quarantotto ore, andrà in scena la sfida della Nazionale Azzurra di rugby. E, a circa 24 ore dal termine di questa partita, la Lazio ospiterà la Salernitana per l’ultima giornata prima della sosta.

La preoccupazione

Per questo nella sede della FIGC è scattato l’allarme rosso. Ed è stato convocato per domani un incontro con Sport e Salute per valutare la situazione. Lo stadio, al momento alle prese con la ricrescita del manto erboso, potrebbe non reggere a tutto lo stress a cui potrebbe essere sottoposto. Per questo, potrebbe essere presa in considerazione l’ipotesi di spostare il match degli Azzurri di Mancini a Milano o Bergamo. Difficilmente invece ci sarà margine di manovra per la sfida tra Lazio e Salernitana. Con Sarri che rischia di trovarsi nuovamente di fronte a uno stadio quanto mai inadeguato per una competizione come la Serie A.