Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Romero scalpita: il talento argentino vuole una chance tra i grandi

Luka Romero e Jeremy Boga

Quello di Luka Romero è un talento che la Lazio ha tutte le intenzioni di sfruttare al meglio. Per questo potrebbe presto tornare a giocare

redazionecittaceleste

Sono giorni di fiato sospeso in casa Lazio. Praticamente per tutto il weekend si sono attese le visite mediche di Ciro Immobile. L'attaccante biancoceleste ha rimediato un problema al polpaccio e la sua presenza contro la Juventus è fortemente in dubbio. Qualora non dovesse farcela a giocare, né a gara in corso nè tantomeno dal primo minuto, nella testa di mister Maurizio Sarri l'indiziato principale per sostituirlo è Pedro. Esterno d'attacco spagnolo che potrebbe occupare il ruolo di finto centravanti. Meno probabile l'inserimento di Vedat Muriqi. Finito ormai ai margini del progetto capitolino. Dirottare l'ex Chelsea e Barcellona, tra le altre, in mezzo al tridente offensivo, lascerebbe scoperta la fascia. Posizione che, però, è pronto ad occupare Mattia Zaccagni. In procinto di rientrare dall'infortunio anche lui.

 Luka Romero

Il baby fenomeno

Tuttavia, c'è un nome che da quest'estate in poi ha iniziato a scaldare gli animi dei tifosi biancocelesti e non solo. Il suo nome è Luka Romero. Giovane esterno argentino nato nel 2004 e considerato da molti l'erede di Lionel Messi. Dopo aver brillato in Spagna con la maglia del Maiorca, è stata la Lazio ha accaparrarsi il suo cartellino. In questa stagione ha già fatto il suo esordio entrando a match già iniziato contro lo Spezia. Gara poi vinta dai biancocelesti per 6-1 allo Stadio Olimpico della Capitale.

Presto una chance

Pensare che il talento sudamericano giochi titolare da qui a breve è molto difficile. Ciononostante, il tecnico toscano d'adizione ha dichiarato di avere un occhio di riguardo per lui. Ciò significa che quando arriverà il momento, anche Romero avrà la sua chance. Bisogna solo attendere con pazienza. D'altronde il talento nato a Durango, in Messico, compirà diciassette anni il prossimo 18 dicembre. Praticamente un bambino prodigio pronto a prendersi le luci della ribalta anche con addosso la maglia con l'aquila sul petto.