Lazio, Lulic si racconta: “Tutti puntavano su Cana e Cissé, mentre io…”

L’eroe del 26 maggio si racconta su Lazio Style Channel

di redazionecittaceleste
Senad Lulic si racconta alla tv svizzera

ROMA – E’ l’eroe per antonomasia dell’ultimo decennio biancoceleste, grazie al gol più importante della recente storia dei capitolini. Stiamo parlando ovviamente di Senad Lulic, divenuto immortale in virtù della rete che ha deciso la finale di Coppa Italia del 2013 contro la Roma. Dopo quasi un anno di assenza dai campi da gioco l’esterno bosniaco è tornato a disposizione di Mister Inzaghi. Piano piano sta ritrovando la forma migliore, ma le ottime prestazioni di Marusic sulla corsia sinistra e la concorrenza di Fares, non renderanno la vita facile al numero 19 della Lazio.

Senad Lulic in allenamento a Formello
Senad Lulic in allenamento a Formello

Questa sera andrà in onda su Lazio Style Channel un intervista all’uomo simbolo del 26 maggio durante il programma “Tell me”. Il club sul proprio profilo Instagram ha pubblicato un video di anticipazione in cui Lulic rivela un dettaglio sul suo arrivo nella capitale: “Non ci si aspettava tanto da me. Non si puntava troppo su un giocatore che viene dallo Young Boys in Svizzera, le aspettative erano tutte su gente come Klose, Cana e Cissé. Tutti puntavano ad occhi chiusi su di loro. Questo mi ha permesso di poter lavorare in tranquillità e di poter imparare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy