news

Lazio, Muriqi in pole dopo l’infortunio di Immobile: il Pirata all’arrembaggio

AURONZO DI CADORE, ITALY - JULY 23: Vedat Muriqi of SS Lazio in action during the Pre-Season Friendly match between SS Lazio v Triestina on July 23, 2021 in Auronzo di Cadore, Italy. (Photo by Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images)

Con ottime probabilità sarà Vedat Muriqi a guidare l’attacco della Lazio nella gara di domenica contro il Bologna. Il suo compagno di reparto nonché suo capitano, Ciro Immobile, proprio nelle scorse ore ha rimediato un problema muscolare...

redazionecittaceleste

Con ottime probabilità sarà Vedat Muriqi a guidare l'attacco della Lazionella gara di domenica contro il Bologna. Il suo compagno di reparto nonché suo capitano, Ciro Immobile, proprio nelle scorse ore ha rimediato un problema muscolare che non gli permetterà di scendere in campo al Dall'Ara. Per il centravanti biancoceleste si teme uno stop di dieci giorni. Niente sfida ai rossoblù né Nations League con la Nazionale per lui. Oltre all'ultimo incontro di Serie A prima della sosta, King Ciro si perderà anche la semifinale del torneo. Dopo aver trionfato ad Euro2020, Immobile si augurava di essere protagonista anche in Nations. Ma dovrà rimanere fermo a casa a guardare i suoi compagni giocare. Con la speranza che possa rimettersi il prima possibile per continuare a marciare con la Lazio proprio come stava facendo da inizio stagione. Nelle prime 8 uscite il bomber del capitolini ha già messo a segno ben 6 marcature. Il suo è un valore indiscutibile.

 Vedat Muriqi

Il Pirata all'arrembaggio

Tuttavia, il suo stop potrà dare al Pirata dei Balcani la possibilità di mettersi in mostra. Il kosovaro classe 1994, a differenza del più blasonato collega, non ha ancora trovato nessuna marcatura in questo avvio dei giochi. L'anno scorso, invece, al termine di quella che è stata la sua prima parentesi con addosso la maglia con l'aquila sul petto, l'ex Fenerbahce aveva trovato appena 2 goal in 34 presenze totali. Un bottino troppo magro per un giocatore che, come lui, è costato qualcosa come 19 milioni di euro.

L'alternativa

L'unica alternativa al ventisettenne sarebbe vedere Pedro agire in qualità di prima punta. Tuttavia, lo spagnolo è bene che continui ad operare sulle corsie esterne. Lì, da inizio stagione ad oggi, ha saputo essere devastante. E visto che la sua prima alternativa, Mattia Zaccagni, non è nella migliore condizione, mister Maurizio Sarri non ha molto da scegliere. L'unico rimane Raul Moro, ma dato l'investimento fatto è bene puntare sul robusto centravanti nato in Kosovo. Chissà che quella di domani non potrà rivelarsi la gara della svolta per la sua carriera nella Capitale.