Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio News – L’assessore allo Sport Onorato: “Presto novità sul Flaminio“

Fuskas vorrebbe strappare il Flaminio alla Lazio

Il Comune è pronto a incontrare la Lazio per ascoltare le proposte del club. Nei prossimi giorni la riunione con la Giunta di Gualtieri

redazionecittaceleste

Il Comune di Roma inizia a muoversi per il progetto dello stadio. La nuova Giunta comunale scelta dal sindaco Gualtieri è pronta a valutare eventuali proposte dai due club della Capitale. Il presidente della Lazio Claudio Lotito nell’ultimo periodo del Governo Raggi, aveva avuto modo di confrontarsi con le Istituzioni per la riqualificazione dello Stadio Flaminio. La sconfitta alle elezioni dell’ex sindaca ha bloccato l’iter che stava pian piano portando a una condivisione d’intenti. La Lazio - accantonando il progetto dello stadio delle Aquile ideato nel 2007 e sviluppato dal progettista Alfonso Mercurio - recentemente aveva fatto un sopralluogo nell’area del Flaminio.

Questa mattina, a margine del Premio Aldo Biscardi” presso il Salone d’Onore del Coni, il neo assessore ai Grandi Eventi, Sport e Turismo di Roma Capitale Alessandro Onorato ha parlato del progetto degli stadi che riguarda Lazio e Roma. “Basta annunci - ha intimato l’Assessore allo Sport del Comune di Roma - gli stadi si devono fisicamente fare. Nelle settimane scorse è iniziato il dialogo con la Roma. Fra qualche giorno capiremo se la Lazio vuole continuare a percorrere la strada dello Stadio Flaminio. Credo che nei prossimi giorni ci saranno novità abbastanza importanti”. E’ ipotizzabile, a questo punto, una riunione in Comune tra i dirigenti capitolini e il presidente della Lazio Claudio Lotito per capire quale strada intraprendere.

Il Flaminio da diversi anni è diventato un peso economico per il Comune di Roma, che in passato non ha mai voluto cedere la proprietà dell’impianto. Nel 1994 il Presidente della Lazio Sergio Cragnotti aveva avanzato un’offerta per l’acquisto dello Stadio. Ma il sindaco Francesco Rutelli aveva respinto la proposta della Lazio senza negoziare. I risultati di quella decisione, oggi sono sotto gli occhi di tutti. L’impianto sta crollando a pezzi, sembra un rudere dell’Antica Roma. La passata amministrazione capitolina ha abbandonato al proprio destino uno stadio edificato dall’ingegner Nervi in occasione delle Olimpiadi del 1960. Fra pochi giorni, si conoscerà il destino dell’impianto. Senza un intervento rapido e radicale, lo stadio rischia di essere demolito.