Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Oddi: “In assenza di Immobile è Pedro il trascinatore”

Immobile e Pedro

Pedro è un calciatore fondamentale per questa Lazio, specialmente in assenza di Ciro Immobile. parola di Giancarlo Oddi

redazionecittaceleste

Importante trionfo portato a casa dalla Lazio sul finire del girone d'andata del campionato. Al Penzo, in una gara difficile come quella contro il Venezia, gli uomini di mister Maurizio Sarri sono riusciti a strappare tre punti. Fondamentale, dopo il vantaggio maturato all'inizio e il pareggio della mezz'ora, essere tornati in campo nella ripresa trovando subito il raddoppio. Un trionfo che permetterà ai capitolini di tornare in campo l'anno nuovo con ulteriori energie mentali da spendere n campo. Dal 6 gennaio in poi alcune sfide particolarmente impegnative aspettano i biancocelesti.

 Felipe Anderson, Immobile e Pedro

Il pensiero dell'ex

All'indomani della sfida in laguna, i microfoni di Radiosei hanno recuperato il pensiero di Giancarlo Oddi. Ex difensore della Lazio campione d'Italia al termine della stagione 1973/74. L'ex calciatore è soddisfatto della prova generale e della prestazione offerta dai singoli. Anche secondo lui Pedro ha una marcia in più. L'unico in grado di trascinare il club in assenza di Ciro Immobile. Queste le sue parole: "Pedro è diventato il giocatore più importante in attacco, levato Immobile ovviamente. Felipe sta giocando in un ruolo che non gli compete. Cerca di adattarsi come centravanti ma non è il più congeniale. Si vede che è in difficoltà quando gioca spalle alla porta. In quella posizione non sa reagire in modo positivo. Si appoggia ma fatica. In queste due partite qualcosa di buono l'ha comunque fatto. Se viene a mancare anche l'impegno il giocatore non c'è più".

Una sfida difficile

"Importante aver vinto contro il Venezia. Due vittorie sul finire dell'andata sono fondamentali per giocare il girone di ritorno al meglio. La Lazio ha provato a giocare bene contro una squadra difficile. I lagunari sono rimasti in partita fino alla fine. Per loro la salvezza è un obiettivo concreto ma noi siamo stati troppo superiori. Dietro ho visto degli arancioneroverdi piuttosto perforabili. Il goal arrivato in avvio di ripresa è stato importante".