Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio-Salernitana, Lotito: “Dispiaciuto per come sia finita con i granata”

Lotito

Le parole di Claudio Lotito in vista della sfida di campionato che vedrà la sua Lazio ospitare la Salernitana

redazionecittaceleste

Il prossimo impegno della Lazio sarà in Europa League contro il Marsiglia. Domani, alle 21:00, i biancocelesti sfideranno i francesi in casa con l'obiettivo di vincere. Tre punti permetterebbero al club allenato da Maurizio Sarri di proiettarsi al prosieguo del torneo con fiducia. Dopodiché, domenica in campionato, per il presidente Claudio Lotito sarà una sfida tutta speciale. Visto che i capitolini, a partire dalle 18:00, ospiteranno la Salernitana presso lo Stadio Olimpico di Roma. Club che fino a qualche mese fa, prima della promozione nel massimo campionato, era nelle mani del patron biancoceleste. Proprio il presidente Lotito, ai microfoni de La Città, ha parlato del suo rapporto con il club campano e della vicenda che lo ha visto doverlo cedere ad un nuovo proprietario:

 Claudio Lotito

Sulla sfida in campionato

"Fino a prova contraria sono il presidente della Lazio. Perciò non c'è dubbio: domenica tiferò per la squadra di cui sono il proprietario. Purtroppo stando alle norme federali legate alle multiproprietà, oltre alla promozione in Serie A della Salernitana, come tutti sanno mi è stato impedito di continuare ad occuparmi della società granata. Colgo l'occasione per ribadire, una volta per tutte, che non ho il potere e nemmeno l'intenzione di farlo".

Sulla presidenza della Salernitana

"Sono dispiaciuto per tutte le parole che hanno cancellato quello che è stato fatto nei confronti della Salernitana. Tutto ciò ha permesso al club di poter giocare in Serie A. Anche molti di quelli che ho portato io Salerno si sono dimenticati ciò che di buono è stato fatto. Sicuramente in molti hanno inserito il nome di Claudio Lotito sul taccuino dei cattivi. Ciononostante, sono intenzionato ad andare avanti ancora una volta per la mia strada. Chi come me ha vissuto situazioni sportive simili a questa sa cosa si prova. La società mi ha comunque permesso di togliermi diverse soddisfazioni".