Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Troise brilla ad Auronzo e fa già stabilire un record

Sarri e Troise

Il giovanissimo talento, nella prossima stagione in Primavera, sta impressionando tutti sotto le Tre Cime di Lavaredo

redazionecittaceleste

Può essere un’estate indimenticabile quella che sta passando Antonio Troise. Nato a Napoli il 24 aprile 2005, è figlio e nipote d’arte. Il padre, Alessandro, è un ex difensore con una carriera tra Serie C e Serie D. Ex difensore è anche lo zio Emanuele, che ha speso la carriera principalmente in Serie B con il Napoli passando anche per la Serie A. Ruolo diverso, invece, per il giovane Antonio, abituato a giocare più avanti rispetto al papà e allo zio, con Sarri che lo sta attualmente provando da mezzala.

 Maurizio Sarri

Il ritiro di Auronzo

Nonostante i sedici anni recentemente compiuti, infatti, Troise è stato inserito nella lista di biancocelesti convocati per il ritiro sotto le Tre Cime di Lavaredo. E, come riporta il Corriere dello Sport, si tratta di un vero e proprio record. Mai, almeno nell’era Lotito, un giocatore così giovane era stato portato nel ritiro estivo. E Troise sta stupendo tutti, sfruttando l’occasione concessagli nel miglior modo possibile. Ma attenzione a pensare che sia solo un nome aggiunto solo per far numero e che sia tutto frutto del caso o del destino. Perché Troise è uno di quei talenti in grado di far parlare di sé già da diverso tempo. Lo sa bene Bianchessi, che fu rapidissimo e bravissimo a strapparlo alla concorrenza delle tante altre squadre interessate. 

Il futuro

Non può che sembrare roseo, quindi, il futuro che si prospetta per il classe 2005. Dopo solo una stagione, quella 2019/2020, passata con l’Under-15, è stato autore di un triplo salto fino all’Under-18 di Rocchi nello scorso campionato. E, al rientro da Auronzo, arriverà l’ennesimo passo in avanti. Entrerà infatti a far parte della rosa della Primavera di Calori, che intanto - presente ad Auronzo - lo segue da vicino nel ritiro della prima squadra. A inizio maggio, intanto, la Lazio lo ha blindato fino al 2024 facendogli firmare il suo primo contratto da professionista. Respinti quindi gli assalti di Liverpool e Benfica, Troise è pronto a sfruttare al massimo ogni occasione. E chissà che durante la stagione non possa arrivare anche quella, lontanissima solo due anni fa, dell’esordio in prima squadra.