news

Lazio, Zaccagni prepara la sfida ai nerazzurri: la sua seconda in stagione

Mattia Zaccagni

Mattia Zaccagni ha già affrontato i nerazzurri in questa stagione. Ora, però, spera di farlo anche con la maglia della Lazio

redazionecittaceleste

Prima che il suo cartellino finisse nelle mani della Lazio, il centrocampista Mattia Zaccagni ha avuto modo di iniziare la stagione con addosso la maglia dell'Hellas Verona. Nelle poche partite giocate con gli scaligeri, il classe 1995 ha ancora una volta dimostrato di essere uno dei calciatori italiani più promettenti. Un profilo che non potrà fare comodo solo a mister Maurizio Sarri nella Capitale, ma anche al commissario tecnico Roberto Mancini e alla sua Italia. Prima, però, il calciatore nato a Cesena dovrà dimostrare di essere un profilo adatto anche per giocare in un club blasonato come quello biancoceleste. Se la sua storia tra i capitolini non è ancora decollata, una buona parte delle colpe è da attribuire ai problemi fisici che lo hanno fermato. Ciononostante, il ventiseienne ora sarebbe tornato in forma e avrebbe cominciato già a mettere i nerazzurri campioni d'Italia in carica nel mirino. I meneghini, quando era a Verona, in questa stagione li ha già affrontati perdendo per 1-3 in rimonta.

 Mattia Zaccagni

L'incrocio con Correa

Era la seconda giornata di campionato e dopo aver segnato una doppietta al debutto stagionale, contro il Sassuolo, in una gara ugualmente persa, Mattia Zaccagni e compagni si preparavano ad ospitare gli uomini di Simone Inzaghi. A regalare tre punti preziosissimi ai campioni in carica, ci ha pensato la doppietta negli ultimi minuti di Joaquin Correa. Calciatore che ha lasciato la Capitale permettendo alla Lazio di investire sul classe 1995. Quella tra i due fantasisti sarà la sfida nella sfida.

Il prossimo incontro

L'incontro prenderà vita a partire dalle 18:00 di sabato 16 settembre. I biancocelesti hanno ancora una settimana per preparare la sfida. Per l'occasione il mister si augura di riabbracciare il nuovo acquisto e non solo. Un altro dei grandi assenti, infatti, è stato anche Ciro Immobile. Il bomber, tuttavia, ha lavorato con grande intensità per farsi trovare pronto in occasione della sfida con il suo ex allenatore.