Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Extra Lazio – Lippi e il campionato: “Sforzo encomiabile per finire l’annata”

Marcello Lippi

Il campionato, per far finire la stagione senza troppi problemi, sta facendo dei grandi sforzi. Parola di Marcello Lippi

redazionecittaceleste

Uno degli allenatori italiani più vincenti ed apprezzati degli ultimi anni è senza dubbio Marcello Lippi. Il tecnico, che ha molto probabilmente toccato il picco più alto della propria carriera vincendo la Coppa del Mondo con l'Italia nel 2006, poco fa è intervenuto ai microfoni di GR Parlamento dove ha detto la sua su vari aspetti. L'ex allenatore, ormai ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo e lo ha ribadito anche in questa intervista, ha parlato degli sforzi che il calcio sta facendo per finire la stagione e non solo. Nel prosieguo della chiacchierata, Lippi ha anche parlato della Nazionale e degli impegni che l'attendono: "Sforzo encomiabile quello che si sta facendo per portare a termine l'annata. Sappiamo di squadre con numerosi contagi, ma fermarsi e chiudere tutto è un'altra cosa. Fa una bella differenza. Ci sono squadre meno attrezzate per far fronte a questa situazione ma credo che alla fine sia giusto fare uno sforzo. Per quanto riguarda gli stadi, non vedo perché diecimila spettatori in più, distribuiti in maniera consona negli stadi più grandi, non possano continuare a seguire il calcio dal vivo".

 tifosi Lazio

Il Mondiale ogni due anni

"Se fosse per me manterrei le cose come stanno. Mondiali ed Europei vanno giocati ogni quattro anni. In caso contrario mi sembrerebbe una forzature tutt'altro che necessaria. La Nazionale la vedo comunque bene per il Qatar. C'è consapevolezza della propria forza e lo spirito è importante. C'è anche grande qualità e questo mi fa essere molto fiducioso. Il Portogallo è un ostacolo ma sappiamo che l'Italia può superare anche quello".

Svolta in carriera

"Ho deciso di non lavorare più, adesso preferisco godermi la vita. Importante farlo ora che sto ancora bene fisicamente. Perciò non allenerò più. Tuttavia, non escludo un ritorno a livello dirigenziale. Negli ultimi anni ci sono andato vicino e qualcosa potrebbe succedere presto. Anche in ambito Nazionale, perché no".