Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Iniziativa “Fratelli tutti”, scambio di maglie prima di Lazio-Juventus

Iniziativa “Fratelli tutti”, scambio di maglie prima di Lazio-Juventus

Il prossimo fine settimana il centro sportivo della Lazio ospiterà un'importante amichevole a tema solidarietà

redazionecittaceleste

AGGIORNAMENTO 20/11 - Il pre partita di Lazio-Juventus ha visto, tra le altre cose, lo scambio di maglie tra le due compagini che animeranno l'amichevole "Fratelli tutti". Un gesto simbolico, con la presenza del presidente Cluadio Lotito - ed il figlio Enrico - in vista dell'iniziativa solidale in programma domani.

13:04 - In un punto stampa tenutosi all'esterno della location, dopo la conferenza, Immobile ha risposto alle domande di un tifoso gettando sprazzi di ottimismo al popolo laziale: "Sabato in campo? Speriamo, ci proviamo".

12.50 - Sarà Ciro Immobile ad arbitrare la speciale partita in presentazione: "Spero si divertiranno anche a vedermi arbitrare" ha detto. Poi ha aggiunto: "Due miei compagni di squadra faranno i guardalinee, devo ancora decidere di chi mi fido (ride, ndr)".

12.46 - "Sul tema del razzismo posso testimoniare solo l'esperienza del mio club - ha detto Lotito - con orgoglio rivendico un processo di affrancamento dai valori contrati allo spirito dello sport e della vita. Siamo contro ogni forma di discriminazione, a testimonianza di questo voglio riportare un fatto, nel nostro organigramma è stato inserito il presidente della fondazione Museo della Shoah, Mario Venezia".

12.41 - "L'iniziativa deve dare l'opportunità alle persone di rilanciarsi dagli steccati che vengono messi dalla società. In questi casi purtroppo a pagare sono i ragazzi", aggiunge il presidente Lotito.

12.40 - Tocca poi a Marco Tardelli, allenatore della squadra del Papa: "Questa manifestazione dovrà essere accompagnata anche dalla politica italiana. Abbiamo selezionato dei giocatori, speriamo di poter far bene. Il calcio è molto importante per l'educazione dei ragazzi. Non bisogna diventare per forza campioni, e questo è il limite di alcuni genitori a volte. Non vedremo delle partite esaltanti dal punto di vista del gioco, ma lo saranno per trasmettere il messaggio che il razzismo deve essere battuto. Il presidente Lotito si è impegnato molto. Poi avremo un grande arbitro (Immobile, ndr). Bello dare il via a questa iniziativa, ma dobbiamo proseguire dando veramente un calcio all'esclusione".

12.35 - Prende parole anche il ds Tare: "Mi sento emozionato sentendo tali discorsi. Questa è un'iniziativa alla quale siamo onorati di far parte. Noi ci mettiamo sempre in prima linea per lottare per coloro che hanno poche possibilità. Su questo mi ritengo anche un buon ambasciatore perché rappresento un Paese che ha vissuto tante difficoltà e problematiche per essere accettato in questa realtà. Siamo stati subito tutti entusiasti appena il presidente ci ha detto di partecipare a tale iniziativa".

12.30 - Tocca poi al capitano della Lazio, Ciro Immobile: "Io parteciperò alla partita in una veste un po' particolare perché farò l'arbitro (ride, ndr). Innanzitutto volevo ringraziare Papa Francesco per quest'opportunità. Sono orgoglioso che lui abbia scelto me tra tanti. Volevo poi salutare gli amici di Zagabria e sarà un piacere ospitarvi nella nostra casa. Mi unisco poi alle parole del presidente. Noi come Lazio e come squadra siamo una grande famiglia. Abbiamo giocatori che vengono da tutto il mondo e devo dire che siamo tutti fratelli. Nel calcio è normale perché ogni giocatore è importante l'uno per l'altro. Siamo anche contenti di avere molte responsabilità nell'insegnamento dei giusti concetti ai giovani. Sono sicuro che in occasione di questa iniziativa ci divertiremo tanto".

12:10 - Prende parola il presidente Lotito: "Noi crediamo molto in questa iniziativa e ringrazio sua Santità per averci dato quest'opportunità. Noi come società abbiamo messo in atto attività che puntano sui giovani, i futuri cittadini del domani. Come dico sempre, il calcio deve essere didascalico e moralizzatore, ovvero deve tirar fuori da ognuno di noi il rispetto della dignità umana. Questo sport deve portare all'attenzione dell'opinione pubblica questi temi. Con questa partita vogliamo dimostrare che tutti devono avere le stesse opportunità. Vogliamo dare l'opportunità a tutti di poter diventare campioni".

12.00 - Arriva la rappresentanza della Lazio, ovvero il ds Tare, il presidente Lotito e l'attaccante Ciro Immobile. Quest'ultimo, prima dell'inizio della conferenza, ha confermato all'ex Campione del Mondo, Marco Tardelli, i problemi al polpaccio che lo hanno costretto a saltare le due gare con l'Italia: "Purtroppo ho riportato questa piccola lesione al polpaccio. Abbiamo aspettato che svanisse l'edema per effettuare gli esami". Poi sulla nazionale: "Non ci voleva questo passo falso. Non sarà semplice giocarsi il Mondiale a marzo ripensando a ciò che è successo nel 2017".

Giornata di solidarietà in casa Lazio. Il presidente del club, Claudio Lotito, e il suo capitano, Ciro Immobile, hanno partecipato alla presentazione dell'amichevole "Fratelli tutti" presso la Sala San Pio X in via della Conciliazione. Partita di calcio che si giocherà nel centro sportivo di Formello il prossimo 21 novembre alle 14:30 e che vedrà scendere in campo la squadra del Papa e la rappresentativa Rom.