news

Mercato Lazio, Tare pensa alla porta: c’è un nome tra i preferiti

Kepa

Il mercato della Lazio è sempre attivo: il DS Tare continua a valutare il profilo di Kepa come possibile rinforzo in porta

redazionecittaceleste

Al termine della stagione cominciata appena da qualche mese, la Lazio potrebbe perdere entrambi i suoi portieri. Pepe Reina, diventato titolare poco dopo il suo arrivo, ha il grande svantaggio della carta d'identità. La prossima estate, infatti, l'estremo difensore spagnolo compirà 40 anni. Già adesso le sicurezze non sono più quelle degli anni passati ed è bene pensare ad un sostituto. Il più vicino all'iberico è Thomas Strakosha, anch'egli in scadenza di contratto. Peccato, tuttavia, che anche la condizione del portiere albanese all'interno dello spogliatoio biancoceleste sia cambiata. Fino a poco prima dell'arrivo del classe 1982, era il portiere nato nel 1995 il titolare del club più antico della Capitale. Ma una volta minate quelle che erano le sue sicurezze, Strakosha non si è sentito più così sicuro di continuare la sua avventura laziale. In vista della prossima stagione, il direttore sportivo Igli Tare dovrà pensare bene a come sistemare i pali.

 Igli Tare

Il nome

Stando a quanto riportato dall'edizione odierna del Corriere dello Sport, il sogno, neanche troppo segreto del DS albanese, sarebbe quello di dare una maglia a Kepa Arrizabalaga. Portiere spagnolo, più precisamente basco, attualmente nella rosa del Chelsea. I Blues, nell'estate del 2018, pagarono il suo cartellino versando nella casse dell'Atletico Bilbao80 milioni di euro. Ancora oggi mai nessuna società ha speso così tanto per un estremo difensore. Purtroppo per loro e per il calciatore, però, l'investimento non è che abbia proprio fruttato, anzi.

Il riscatto

Nelle ultime due stagioni, infatti, il calciatore che lo scorso 3 ottobre ha compiuto 27 anni ha giocato appena 7 partite. Un bottino molto lontano dalle oltre 60 gare disputate nelle prime due annate  in Inghilterra. Senza contare che non vede la nazionale spagnola da vicino, in competizioni ufficiali, dal 2019. Insomma, la Lazio sarebbe una piazza perfetta per il suo rilancio. Peccato solo che il suo stipendio si aggiri intorno ai 4 milioni di euro.