Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Stasera Milinkovic sfida Ronaldo: è già spareggio. In campo anche Muriqi

Milinkovic affronta Ronaldo

Match decisivo in Portogallo per andare direttamente ai Mondiali. Il Kosovo invece cerca l'impresa per evitare l'ultimo posto

redazionecittaceleste

Continuano a darsi il cambio sui campi di tutta Europa - e non solo - i calciatori della Lazio impegnativi con le rispettive nazionali. Ieri sera sarebbe dovuto essere il turno di Akpa con la Costa d’Avorio e Marusic con il Montenegro. Nessuno dei due, però, è sceso in campo: panchina per il primo, fermato dal Covid il secondo. Stasera, invece, sarà il turno di altri due biancocelesti e, con ogni probabilità, saranno entrambi in campo. Muriqi con il suo Kosovo per provare l’impresa ed evitare l’ultimo posto. Milinkovic con la sua Serbia per sognare il colpo grosso contro il Portogallo.

 Vedat Muriqi

Muriqi e il Kosovo

Niente da fare per la nazionale kosovara: Qatar 2022 rimarrà soltanto un sogno, come ormai da tempo la matematica ha deciso. Stasera, però, Muriqi e compagni saranno impegnati alle 20:45 in Grecia nell’ultima gara del girone. Contemporaneamente, Spagna e Svezia si sfideranno per decidere chi andrà in Qatar e chi agli spareggi. Ininfluente quindi la sfida di Muriqi e compagni se non per il difficile obiettivo di evitare l’ultimo posto. Per farlo, e superare quindi la Georgia che ha già concluso il suo cammino, al Kosovo servirà vincere con almeno quattro goal di scarto. Missione tutt’altro che semplice.

Milinkovic e la Serbia

Tutt’altro appeal per la sfida che coinvolgerà sempre alle 20:45 la Serbia di Milinkovic, impegnata in Portogallo. In palio, anche in questo caso, c’è l’accesso diretto ai Mondiali: chi vince va in Qatar, chi perde agli spareggi. In caso di parità al termine dei 90’, a qualificarsi direttamente sarebbe il Portogallo in virtù della migliore differenza reti. Per Milinkovic e compagni, quindi, l’imperativo è vincere. Non sarà facile, ma Sergej è pronto. “Nessuna sfida, non importa quanto imponente, intimidisce il Sergente”, così lo ha presentato la FIFA in un’intervista. E allora chissà che non la decida proprio il biancoceleste: il goal è già arrivato nell’ultima gara contro il Qatar, Milinkovic è carico.