Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Muriqi saluta i tifosi della Lazio: “Mi dispiace, vi auguro il meglio” – FOTO

Vedat Muriqi

Il centravanti kosovaro affida ai social l'ultimo pensiero da calciatore biancoceleste: per lui 6 mesi al Maiorca, poi si deciderà il futuro

redazionecittaceleste

Ancora una volta sul gong, come già accaduto in estate per Zaccagni, il mercato della Lazio si risolve solo nell'ultimo secondo O, meglio, si salva quel poco che c'era di salvabile. Non arriva infatti il difensore chiesto da Sarri, che dovrà invece accontentarsi del tesseramento definitivo di Kamenovic. In attacco arriva poi, a venti secondi dal gong definitivo, Jovane Cabral dallo Sporting Lisbona. Non la prima scelta dei biancocelesti, che ancora una volta si sono ritrovati a dover correre ai ripari nelle ultime ore, simbolo evidente di una progettazione totalmente assente.

In uscita vanno a buon fine i trasferimenti in prestito di Durmisi allo Sparta Rotterdam e Lombardi alla Reggina. Ma, soprattutto, saluta ufficialmente Formello Vedat Muriqi, non senza lasciarsi dietro qualche brivido di troppo. Dopo il volo a Maiorca, infatti, il kosovaro era totalmente sparito dai radar. Nelle ultime convulse ore non erano mancate voci abbastanza grottesche di un possibile ritorno a Roma, in caso di mancato arrivo di un attaccante per Sarri. Alla fine, però, anche per il centravanti kosovaro è arrivata l’ufficialità. Si trasferisce in prestito al Maiorca, che al termine della stagione potrà decidere se riscattarlo o meno. Si interrompe così un’avventura durata 49 partite, condite da due goal e due assist. Decisamente troppo poco, per un giocatore pagato quasi 20 milioni.

Non è stata evidentemente l’avventura che la società i tifosi speravano. Ne è consapevole lo stesso Vedat Muriqi, che poco fa ha affidato ai social il suo saluto ai tifosi della Lazio. Quesite le sue parole. “A tutti i veri Tifosi Laziali, che mi hanno supportato e hanno sempre creduto in me, mi dispiace di non essere riuscito a mostrare me stesso e ripagare la fiducia che mi avete dato. Io e la mia famiglia vi siamo grati per averci fatto sentire a casa qui a Roma. Vi auguro i migliori successi! Con rispetto. Vedat Muriqi”.