Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio-Udinese, Bertotto: “Due club che hanno voglia di riscatto”

Valerio Bertotto

Valerio Bertotto, ex difensore e capitano dell'Udinese, ha espresso il suo parere in vista della sfida con la Lazio

redazionecittaceleste

Tra i vari protagonisti che si sono avvicendati ai microfoni di canali ufficiali della Lazio, in vista della sfida con l'Udinese, anche l'ex capitano bianconero ha voluto dire la sua. Valerio Bertotto sa che contro la Lazio sarà una sfida difficile che però potrebbe riservare delle sorprese. I biancocelesti non hanno ancora recepito nella maniera migliore il gioco di Maurizio Sarri e gli uomini di Luca Gotti potrebbero approfittarne per risanare la loro classifica. Anche se non sono a forte rischio, i bianconeri potrebbero finire per perdere ulteriori posizioni in campionato andando così a lottare per non retrocedere. Ancora pochi minuti e la sfida avrà inizio. Intanto ecco le parole di una che il campo di Serie A lo ha calcato a dovere:

Come arrivano Lazio e Udinese

"Domenica ho visto Udinese-Genoa dal vivo. I bianconeri non hanno giocato bene. Era una gara dove tre punti pesavano il doppio visto che si trattava di uno scontro per la salvezza. Tuttavia, la prestazione dei bianconeri non è stata all'altezza. La qualità della squadra è maggiore. Perciò contro la Lazio mi aspetto una squadra con voglia di cancellare l'ultima brutta prestazione. I biancocelesti, invece, vengono dalle ossa rotte del Maradona. Il Napoli è una squadra fortissima che mi piace veder giocare. Spalletti meriti i complimenti per come sta lavorando".

La sfida dell'Olimpico

"L'Udinese ha subito cinque reti in meno della Lazio. Sarri punta a far giocare il suo calcio, mi piace la sua filosofia: cerca di sfruttare al meglio le qualità della squadra. Ovviamente ci vorrà ancora tempo prima di trovare la strada giusto. Il cambio sotto l'aspetto tattico è stato radicale. Gotti, invece, è un allenatore serio che conosce il calcio e che porta avanti il suo lavoro in una realtà serena. Questo gli permette di lavorare bene. Ciononostante, in questo momento la classifica non è la migliore. Servono altri risultati".