Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Radu respinge le accuse di Morabito: “Mai screditato Muriqi, avvertito i legali”

Radu respinge le accuse di Morabito: “Mai screditato Muriqi, avvertito i legali”

Ieri sera a "Report" su Rai 3 ci sono state forti accuse anche al direttore sportivo della Lazio, Igli Tare, sull'ingaggio di alcuni calciatori dall'Albania

redazionecittaceleste

Ieri sera a "Report" su Rai 3 ci sono state forti accuse anche al direttore sportivo della Lazio, Igli Tare, sull'ingaggio di alcuni calciatori dall'Albania. A partire da Vedat Muriqi. A tal proposito quest'oggi Stefan Radu, storico calciatore della Lazio, ha detto la sua con una nota ufficiale apparsa poco fa sul sito biancoceleste respingendo le forti accuse in cui screditava le qualità tecniche di Muriqi, secondo quanto detto dall'agente Vincenzo Morabito durante il programma. Ecco di seguito la nota apparsa sui canali ufficiali biancocelesti.

A seguito di quanto affermato dal Sig. Vincenzo Morabito durante la trasmissione ‘Report’, trasmessa nella serata di ieri su Rai 3, ci tengo a respingere fermamente le affermazioni per le quali avrei screditato il valore calcistico del mio compagno di squadra Vedat Muriqi.

Comportamenti di questo genere non mi appartengono e, la diffusione pubblica di tali asserzioni, ledono gravemente la mia persona. Pertanto rendo noto di aver dato mandato ai miei legali di difendere la mia immagine professionale in tutte le sedi opportune.

La risposta di Tare

Già nella giornata di ieri, Igli Tare, aveva diffuso una nota respingendo a sua volta tali accuse. Ecco le sue parole:

"Semplicemente falsa - sottolinea la nota di Tare - la tesi sostenuta dal giornalista e da questi attribuita agli atti d'indagine, secondo la quale ‘di fatto, la società è dei fratelli Genti e Igli Tare’. Allo stesso modo - prosegue il ds - Igli Tare si dichiara estraneo alla operazione descritta dal giornalista quale tentativo del clan Martiradonna di acquistare tale società di scommesse; operazione di cui ignora qualsiasi informazione. In ragione della totale estraneità e della falsità della notizia (artatamente divulgata), Igli Tare aveva preventivamente diffidato il giornalista Daniele Autieri in occasione di una mail di risposta ad una serie di specifiche domande rivoltegli da Autieri nella qualità di giornalista della redazione di Report”.

"Igli Tare - conclude la nota - riserva ogni più ampia azione legale, per la quale ha già conferito mandato ai propri legali, anche con riferimento agli ulteriori profili di illiceità della notizia oggetto di contestazione".