Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio News – Mazzarri: “Sono molto forti, servirà il 120% per fare risultato“

Lazio News – Mazzarri: “Sono molto forti, servirà il 120% per fare risultato“ - immagine 1

Il tecnico del Cagliari ha parlato alla vigilia: Sarà una partita dura, loro saranno molto arrabbiati dopo la sconfitta col Napoli.

redazionecittaceleste

Alla vigilia della sfida dell’Unipol Domus, il tecnico del Cagliari Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa. “La Lazio è una squadra molto forte - ha ammesso il tecnico degli isolani - loro saranno arrabbiati dopo la sconfitta rimediata in extremis contro il Napoli. Ma noi dovremo dimostrare di essere la squadra degli ultimi tempi, facendo bel gioco ed evitando di farli giocare. Mi interessa non sprecare le occasioni da gol, non entro in merito ad altre cose. E’ una gara terribile e non dobbiamo cambiare atteggiamento. Dobbiamo affrontarla con molta attenzione perché hanno valori superiori al Torino. Contro Squadroni come la Lazio dobbiamo fare prestazioni al 120% per ambire a fare risultato“.

Dopo un avvio stentato, l’ex allenatore di Napoli e Inter è riuscito a dare una fisionomia di gioco al Cagliari. Il mercato invernale ha risolto diversi problemi, non unicamente di natura tecnica. “La medicina migliore sono sempre i risultati - ammette Mazzarri - quando una squadra fa bene e dimostra di meritare la riconferma, tutti si allenano bene. E anche chi è escluso dai titolari, capisce che chi ha giocato ha fatto bene. Le partite oggi si giocano con 16 titolari, questo mi dà tranquillità. Fino al 96′ può succedere di tutto. I cambi dalla panchina sono fondamentali: chi entra deve fare meglio di chi esce”.

Mazzarri sottolinea il percorso che ha portato la squadra a cambiare rotta, e a risalire una classifica decisamente scomoda. ”Prima dell’Udinese avevo già parlato con la società - ammette Mazzarri - il mercato era ancora chiuso ma nella nostra testa c’erano già gli interventi che avremmo dovuto fare. Per fare il mio calcio avevo bisogno di giocatori congeniali che mi sono stati dati, alcune cose le abbiamo fatte e altre no, ma la squadra ha cambiato atteggiamento. La squadra incarna il mio spirito e le mie idee, sapevo che con determinate scelte si sarebbero visti i risultati con una squadra che lotta insieme e ragiona insieme”.