Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Venezia-Lazio, uno sguardo ai padroni di casa e alle scelte di Paolo Zanetti

Mattia Aramu

Una prospettiva sulla squadra veneta, sedicesima in Serie A e avversaria dei biancocelesti domani alle 16:30 per l'ultima gara di questo 2021

redazionecittaceleste

Poco più di ventiquattro ore e prenderà il via l’ultima gara di questo 2021 della Lazio di Simone Inzaghi prima e di Maurizio Sarri poi. L’obiettivo dei biancocelesti dovrà essere quello di portare a casa i tre punti per tenere il passo con lo scorso anno. Al momento, sono tre in meno i punti in classifica, che a oggi diventerebbero sei considerando il risultato della diciannovesima giornata della scorsa stagione. Ma, soprattutto, sarà importante la vittoria per tenere il passo con la classifica attuale, con il quinto posto distante ancora tre punti.

 Venezia-Lazio

Ad affrontare i biancocelesti ci sarà il Venezia di Paolo Zanetti, neopromossa dopo diciannove anni di assenza grazie al successo nei play-off. E, nella stagione del ritorno in Serie A, la squadra veneta non sta sfigurando. In diciotto giornate sono infatti arrivate quattro vittorie, cinque sconfitte e nove pareggi. Attenzione specialmente alle gare casalinghe, con il Venezia in grado di battere Roma e Fiorentina e di pareggiare contro i bianconeri. Gare al Penzo, tra le altre cose, particolarmente indigeste anche alla Lazio che non vince a Venezia addirittura dalla stagione ’46/’47. Attualmente sedicesimi in classifica, i veneti possono vantare sette punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

A guidare il Venezia in campo è sicuramente Mattia Aramu, che sta disputando un ottimo campionato fin qui con cinque reti e due assist a referto. Quattordici presenze poi, ma nulla a referto se non tre ammonizioni, per Sofian Kiyine, in prestito a Venezia proprio dalla Lazio. Molto bene invece fin qui Okereke, autore di quattro reti e un assist. Il giocatore nigeriano in prestito dal Bruges, però, non sarà della partita. Mister Paolo Zanetti, infatti, dovrà rinunciare all’attaccante e anche a Haps, mentre sono da monitorare le condizioni di Molinaro. Tra i pali ci sarà ancora Romero con la linea difensiva a quattro composta da Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni ed Ebuehi. Crnigoj, Busio e uno tra Vacca e Ampadu a centrocampo, con il tridente offensivo formato ancora da Aramu, Henry e Kiyine.

Venezia (4-3-3): Romero, Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Ebuehi; Crnigoj, Vacca/Ampadu, Busio; Aramu, Henry, Kiyine. Allenatore: Paolo Zanetti.