• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Inzaghi: “De Vrij? Punto fermo per il presente e per il futuro. Paletta? E’ un profilo che mi piace” – RIVIVI IL LIVE

Inzaghi: “De Vrij? Punto fermo per il presente e per il futuro. Paletta? E’ un profilo che mi piace” – RIVIVI IL LIVE

Le parole del mister alla vigilia della sfida con il Chievo

di redazionecittaceleste

ROMA – Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Chievo-Lazio oggi, sabato 26 agosto, alle ore 15:00 presso la sala stampa del Centro Sportivo di Formello. Le sue parole: “Come arriva la Lazio? Sappiamo che affronteremo una squadra non semplice, la sconfitta dell’anno scorso in casa brucia ancora, ci tolse tre punti importanti. Sappiamo cosa ci aspetta, ci siamo preparati nel migliore dei modi. Dobbiamo fare risultato pieno a Verona. 3-5-2? Abbiamo cercato di iniziare un percorso con questo modulo, potremmo cambiare modulo nel corso della stagione, dipende anche dai giocatori a disposizione. Abbiamo una nostra fisionomia, continuiamo con questo modulo. Ma quello che conta è l’interpretazioni dei singoli, voglio avere risposte dai singoli.

Mercato? Dobbiamo sostituire Hoedt e Keita, ci sono ancora 5/6 giorni. Ora bisogna concentrarsi su questa partita, poi bisogna completare la rosa. Infortunio Anderson? Non ci voleva. Vogliamo recuperarlo al 100%, valutiamo giorno per giorno. Penso che quando rientrerà ci darà una grossa mano.

Portieri? Vargic è un ragazzo umile, sta lavorando bene, ha fatto il suo quando è stato chiamato in causa. Guerrieri sta lavorando bene. Il secondo è Vargic, il terzo Guerrieri. Sostituto di Keita? Dobbiamo colmare quei due buchi, se arrivasse un giocatore di esperienza, già rodato nel campionato italiano si azzererebbe il problema dell’inserimento… Paletta? E’ un profilo che mi piace, se ne è parlato. Anche se non è mancino rientra nei giocatori importanti, da diversi anni in Italia.

Commento sul gruppo di Europa League? Non è mai semplice, ora testa al Chievo. Ci pensiamo dopo la sosta. E’ un girone competitivo, poteva andar meglio. C’erano altre squadre meno forti del Vitesse, ma bisognerà vedere tutto sul campo.

Var? E’ comunque l’arbitro a decidere, che rivedrà le proprie immagini. Noi domenica non siamo stati fortunatissimi, c’era un contatto su Immobile… Comunque la Var serve, serve per tranquillizzare tutti in campo. Cosa cambia domani rispetto a domenica scorsa? Siamo in trasferta, contro una squadra rodata, da parecchi anni in A. Non ci regalerà nulla, dobbiamo fare una grande gara. Luis Alberto? Si sta ritagliando spazio perché se lo sta meritando, si sta impegnando tantissimo. L’anno scorso ha avuto difficoltà di inserimento, quest’anno è arrivato molto propositivo in ritiro.

De Vrij? E’ un giocatore importantissimo, è contentissimo di vestire questa maglia. Penso che sia un punto fermo per il presente e per il futuro. Insidie contro il Chievo? In settimana abbiamo lavorato sui loro aspetti, per essere più imprevedibili dobbiamo essere veloci nel far girare palla e brillanti nelle scelte”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy