Lazio, 33 e lode: ecco il peso dell’età in difesa

Domani giocheranno Reina, Musacchio, Acerbi e Radu tutti ultratrentenni

di redazionecittaceleste
Notizie Lazio: Stefan Radu

ROMA Nel bene e nel male l’età conta. E’ sinonimo di grande saggezza, ma anche di maggiore fragilità. Avrà una media di 33,75 anni la difesa biancoceleste che affronterà il Cagliari domenica. Almeno si spera. Perché il riposo forzato del “vecchietto” Radu potrebbe metterne in dubbio la sua presenza e ricatapultare Hoedt in campo con Acerbi spostato sul centro-sinistra. E’ questo l’allarme dell’antivigilia: il rumeno, uno dei migliori a Bergamo contro l’Atalanta, mercoledì ha sentito tirare la coscia a fine seduta. Ieri minimizzavano a Formello sulla sua assenza, ma i suoi 34 anni e lo stiramento d’inizio stagione – che lo aveva tenuto un mese fuori dalla lista – spingono alla massima cautela. Stefan ha annullato Ilicic nell’ultima sfida, è sembrato il giovanotto del primo sbarco a Roma, non la bandiera a cui mancano poche presenze per superare addirittura Favalli nella classifica. Sono passati 13 anni e mica finisce qui la storia: Tare e Lotito hanno già parlato del suo possibile prolungamento per un’altra stagione strameritata. Intanto Inzaghi conta di recuperarlo col Cagliari per lanciare per la prima volta una retroguardia inedita. Patric, col disappunto del mister, si è beccato l’ennesimo giallo nell’ultima giornata ed è finito in squalifica. Toccherà all’ultimo colpo Musacchio fare il suo esordio da titolare con la nuova maglia. Era già subentrato proprio al posto dello spagnolo al 37’ domenica scorsa, il 30enne ha dato un saggio della sua tenuta fisica ed affidabilità. Con la difesa a tre, seppur sul centro-destra, nessuna problema, adesso deve ritrovare la continuità. L’ex milanista non ha perso nulla dei suoi movimenti eleganti in uscita, va testata meglio la sua reattività non solo a partita in corsa.

VENTICINQUE
A volte l’anagrafe però inganna. C’è un quasi 33enne (fra 5 giorni, il 10 febbraio, il suo compleanno) che ha vissuto un dramma e da allora non sente più il tempo che passa. Acerbi è ormai il leader indiscusso della difesa, ma soprattutto il giocatore più utilizzato di tutta la rosa. Per lui non c’è turnover che tenga. Champions, Coppa Italia o Serie A, Inzaghi non ci rinuncia: 25 presenze, 2188’ in campo e pure 3 assist e una rete con un’azione personale pazzesca proprio contro l’Atalanta nella disfatta prima della rivincita. Anche in campionato Francesco ha disputato una gara praticamente perfetta, sul gol di Muriel l’unica sbavatura. L’ex Sassuolo ha già firmato in gran segreto il rinnovo sino al 2025, ma la sua carriera sembra appena sbocciata: corre sempre più a tutto campo e recupera.

notizie Lazio: Pepe Reina
notizie Lazio: Pepe Reina

SEICENTO
E’ la porta che alza ulteriormente ormai l’età media. Eppure nemmeno li sente i suoi 38 anni suonati, Reina. Ha già dichiarato che giocherà per diverso tempo ancora. Alla Lazio in pochi mesi è già una guida, un libero aggiunto che giostra il pallone anche meglio dei difensori. Col Cagliari Pepe taglierà il traguardo delle 600 presenze tra Liga, Premier League, Bundesliga e Serie A. Dopo Barcellona (30), Villarreal (109), Liverpool (285), Napoli (141), Bayern Monaco (3), Milan (5) e Aston Villa (12), arriverà la quindicesima presenza con la Lazio, la quinta squadra con cui vuole raggiungere altri traguardi ambiziosi. Crescendo si diventa ancora più golosi.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy