• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio-Atalanta, Gasperini: “Abbiamo tanta consapevolezza, e potevamo fare anche più gol”

Il tecnico della Dea ha commentato così il 4-1 dell’Olimpico

di redazionecittaceleste
Rassegna Stampa: Gianpiero Gasperini

ROMA – L’Atalanta batte 4-1 la Lazio all’Olimpico e rimane a punteggio pieno con sei punti nelle prime due giornate. Queste le parole del tecnico della Dea Gian Piero Gasperini: “Non so se siamo stati cinici, anzi forse nel secondo tempo potevamo fare di più. Abbiamo tanta consapevolezza e possiamo affrontare anche queste partite difficili con grande personalità. Non c’è stato bisogno di ricordare quanto successo un anno fa, forse avevamo dominato ancor di più l’anno scorso. Dopo il gol loro c’è stata una reazione e il gol straordinario del Papu ha chiuso la partita. Gomez sta facendo cose straordinarie, e poi nei momenti decisivi ci mette quel tocco geniale che fa la differenza. Stiamo facendo dei gol veramente belli, poi è chiaro che incide la qualità del giocatore sulla rifinitura e sulla conclusione. Dal Papu te li aspetti, ma se li fa anche Hateboer è sintomo di una grande crescita dal punto di vista tecnico. La nostra ambizione è quella di avere grandi piedi, la tecnica è infinita e non smetteremo mai di lavorare per migliorarci. Il miglior salto lo abbiamo fatto su questo aspetto e lo dimostra la qualità dei gol che facciamo, segniamo tanto anche per questo non solo per la corsa. Depaoli? Non ci sono annunci ufficiali, però è evidente che abbiamo una buona rosa che si è allargata in difesa e in attacco. Sugli esterni e a centrocampo siamo un po’ a rischio, speriamo che possa recuperare Piccini ma i segnali non sono confortanti. Sono sempre stato scettico nelle settimane precedenti per il recupero di Ilicic, non mi sembrava facile potesse tornare come prima. Ora però sono molto più fiducioso, ha avuto un’evoluzione enorme nelle ultime due settimane, da domenica si sta allenando con la squadra e quando lo recupereremo la squadra sarà ancora più forte.”

SCUDETTO E TURNOVER – “Noi possiamo migliorare, abbiamo inserito un pezzo in difesa e uno in attacco, davanti con Ilicic siamo sicuramente forti. Migliorarsi però non significa essere da Scudetto, ad oggi le squadre che competono per quello sono Juve, Inter e Napoli. Ad oggi dico di no, tra venti giornate magari posso dire di sì. Champions? Lo scorso anno ci è costata tanti punti, quest’anno fino a dicembre giocheremo sempre ogni tre giorni e non ci saranno settimane di recupero se non un’altra sosta dove tutti partiranno. La mia idea è quella di usare più rotazioni, l’anno scorso abbiamo usato sempre 14-15 giocatori. Io non sono amante del turnover, è andato bene per qualche settimana ma poi bisogna vedere se usando il turnover riusciamo ad essere sempre competitivi. Alcuni giocatori come Lammers avranno bisogno di un periodo di assestamento, dovremo però fare le scelte giuste.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy