Lazio, Lotito irritato per la maglia celebrativa della Roma

Non c’è stato nessun permesso del Campidoglio alla società giallorossa

di redazionecittaceleste

ROMA – Perché la Lazio non ha sulla maglia la scritta celebrativa per i 150 di Roma Capitale? Questo l’interrogativo rimbalzato subito dopo la maglia svelata dalla Roma. Quesito presto risolto: non è nel bollettino ufficiale delle celebrazioni del Comune. Tanto che la scritta ha un font diverso da quello di Roma Capitale e soprattutto non c’è il simbolo. Una trovata molto simile a quella che la Roma prese quando decise di far stampare Spqr sulle maglie usate in un derby del 2017. Quella della società giallorossa è stata una libera iniziativa della quale non sarebbe stato informato il Comune di Roma ma solo la Lega di A. Quest’ultima perché deve approvare ogni modifica viene fatta alle maglie di gioco. Sanata anche la querelle con il regista Pupi Avati che nel suo ultimo libro appella come “laziale di m…” uno dei personaggi presenti. Dopo l’ira dei tifosi biancocelesti ecco le scuse in una lettera indirizzata al presidente Claudio Lotito: «Non era certamente nel mio intento ferire nessuno, tantomeno i tifosi di una delle squadre che sia per ragioni familiari (i miei figli tifano Lazio da sempre) che per ragioni affettive (sono amico di Pippo Inzaghi e di conseguenza grande estimatore di Simone) considero una delle autentiche realtà ormai indiscutibili del nostro calcio. Ho sbagliato, e me ne scuso davvero con Lei e con tutti i tifosi».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy