• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Notizie Lazio – Acerbi: “Nessuna paura, nella vita e in campo. Un giorno vorrei allenare”

Notizie Lazio – Acerbi: “Nessuna paura, nella vita e in campo. Un giorno vorrei allenare”

Il difensore della Lazio, Francesco Acerbi, ha rilasciato alcune dichiarazioni in una diretta Instagram, via social Ecco le sue principali parole

di redazionecittaceleste

Notizie Lazio

Il difensore della Lazio, Francesco Acerbi, ha rilasciato alcune dichiarazioni in una diretta Instagram, via social insieme a SOS Fanta. Ecco le sue principali parole:

“Da ragazzino giocavo al fantacalcio, poi ho lasciato perdere. Non avevo la testa per ricordarmi chi giocava e chi no. E’ bello sentirsi amato da chi ti segue, da chi ti ha al fantacalcio. Perché in molti ci mettono passione in questo gioco, a me fa piacere quando mi dicono di sperare nei miei gol e nelle mie prestazioni. La mia forza? Dipende anche da noi stessi, io vado da uno psicanalista per migliorarmi come uomo e in quello che faccio. Voglio sempre giocare, non voglio saltarmi una partita. E’ vero, a volte sono un po’ stanco, ma uso la testa. E il riposo durante la settimana. Calciatore più difficile da marcare in serie A? Quelli più completi, dico Dzeko e Higuain. Ognuno ha le sue caratteristiche, ma quelli completi ti mandano in tilt. Immobile? Aveva già dimostrato di essere un grande, quest’anno ha dimostrato serenità, equilibrio. Sta dando il meglio, un po’ come tutta la squadra. Abbiamo un buon rapporto, lo sento sempre”. 

FUTURO“Mi piacerebbe fare l’allenatore quando smetto. Penso che potrei gestire bene un gruppo, sono un rompiscatole che osserva tutto. Battere un rigore importante? Certo, lo farei. Non bisogna avere paura, meglio sbagliare che non tirare. Una volta avevo più voglia di fare gol, oggi penso a difendere. Ma ogni tanto mi piace salire in zona offensiva. Con il Torino è andata bene, già sentivo gli insulti al momento del tiro. Ma alla fine mi hanno detto <<bravo>>. Quando te la senti, bisogna provarci. Ma la maggior parte delle volte, meglio passarla a Luis Alberto. Quest’ultimo è un giocatore straordinario, lo è sempre stato ma quest’anno sta girando alla grande. Le sue qualità sono note, è tra i più forti con cui ho giocato. Forse solo Robinho è superiore. Paura? Non sono invincibile, ma non bisogna averla. La paura ti porta ad essere negativi. Le paranoie non fanno bene, nel calcio e nella vita”. 

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIO! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy