Notizie Lazio – CONI, Malagò: “Non si trova una soluzione per la riforma dello sport”

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha rilasciato alcune dichiarazioni ieri sera alla Domenica Sportiva, parlando tra gli altri argomenti anche della Riforma dello Sport

di redazionecittaceleste

Notizie Lazio

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha rilasciato alcune dichiarazioni ieri sera alla Domenica Sportiva, parlando tra gli altri argomenti anche della Riforma dello Sport. Ecco le sue principali parole:

“Sono preoccupato dal fatto che non si trova una soluzione. Mi stupisce che il problema non sia stato ancora risolto. So che c’è ampia disponibilità, da parte delle istituzioni, per risolverlo, ma non si è ancora fatto, non si è andato oltre le parole e quindi questa cosa non va bene. L’ennesima dimostrazione che noi italiani, fenomeni nelle emergenze, arriviamo sempre per ultimi nelle cose che contano. La legge ormai è andata, bisognerà trovare un nuovo strumento. Lo sport è finito in una sorta di pantano, e questo, purtroppo, ha portato tutti a non trovare ancora una soluzione. Quando si parla di sport in Italia viene messo sempre tutto nel dimenticatoio, forse non gli viene data la giusta importanza. Gli atleti e le atlete sono preoccupati dalle possibili conseguenze, in questo preciso momento storico. Noi da tempo abbiamo sollecitato una soluzione anche se voglio precisare che non c’è stato nessun litigio tra le parti. La politica può fare tutto e il mio invito è che si occupi di sport. Non può decidere le regole, sarò sempre grato alle certezze del finanziamento e all’integrazione dei contributi. Va salvaguardata l’economia dello sport”. 

notizie Lazio: Giovanni Malagò
notizie Lazio: Giovanni Malagò

Un’altra delle istituzioni del calcio, Michele Uva, alcune dichiarazioni quest’oggi al Corriere della Sera su alcuni temi attuali del calcio italiano. Le sue parole:

“Una delle priorità è sicuramente la lotta al razzismo. Il calcio mette in campo molto a livello sociale, e lo sport rappresenta il terzo viatico di formazione dopo la famiglia e la scuola. Il concetto da tenere in mente è l’assurdità di parlare di colore della pelle, religione o provenienza geografica. Il calcio sta facendo e farà la sua parte, ma non può sostituirsi all’educazione di base. L’effetto del COVID si vedrà nel prossimo biennio sul calcio. Il nostro ruolo sarà sempre importantissimo. L’amore per il pallone resterà immutato, non penso diminuiranno il numero dei tesserati. Anzi penso che quando si tornerà alla normalità ci sarà una risposta ancora maggiore con tantissima voglia da parte di tutti per lo sport giocato o la fruibilità di esso”. E intanto, parlando del mercato della Lazio, arrivano grosse indiscrezioni: >>> “9 trattative possibili a gennaio!”<<<

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy