Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

ESCLUSIVA – Che aria tira in casa Lazio? Nello spogliatoio…

ROMA – Domanda: c’è qualche giocatore di calcio, di qualunque categoria e bravura, a cui piace essere sostituto? Se sì, inviateci una email e fatecelo sapere. Perchè anche questa volta, s’è fatto passare un muso lungo...

redazionecittaceleste

ROMA - Domanda: c'è qualche giocatore di calcio, di qualunque categoria e bravura, a cui piace essere sostituto? Se sì, inviateci una email e fatecelo sapere. Perchè anche questa volta, s'è fatto passare un muso lungo (quello di Nani) come un tipico atteggiamento di chi vuole l'esplosione dello spogliatoio biancoceleste o - in alternativa - il fallimento della Società Sportiva Lazio. E invece, quell'arrabbiatura regalata alle telecamere di TV8 mentre usciva dal campo giovedì scorso, altro non era che un rodimento di culo dettato dal più remoto e viscerale sentimento di ogni giocatore di calcio. Che vorrebbe giocare sempre. Che non vorrebbe uscire mai. Insomma, niente di più naturale. Niente di più normale, per uno che qui non è venuto a svernare.

LO SPOGLIATOIO - Malumori nello spogliatoio magari ci sono anche stati - Cittaceleste ve ne ha parlato per prima - ma da qui, a parlare di divorzi, di rancori, di super-crisi da sostituzione ce ne passa. E forse, a volte, basterebbe guardare le cose da un altro punto di vista. Tipo quello che usano dall'altra sponda del Tevere, dove - pure di fronte a vere e proprie catastrofi - si riesce a guardare il lato positivo. E se pure un laziale di tutto ha bisogno, tranne che di prendere esempio da quegli impresentabili, per una volta un occhio da quelle parti potremmo anche buttarcelo. Della serie: se non creano casi loro, che sono un fallimento a lungo termine, perchè dovremmo crearceli noi?

L'ARIA CHE TIRA - E' buona. Sappiatelo. E non solo nel programma di Mirta Merlino, ma anche nell'ambiente Lazio. A Formello. Dove fonti autorevolissime confessano a Cittaceleste che di problemi, da Nani ad Anderson, proprio non ce ne sono. Se c'erano, non ci sono più. Non ora. Non in questo momento. Dove tutti - da Merlino Inzaghi a Ciruzzo l'immortale - hanno la voglia di remare dalla stessa parte, dove tutti sono al corrente del fatto che in questa settimana ci si gioca tutto, o quasi. Insomma, noi il naso dentro Formello, ce lo abbiamo messo. E l'odore che abbiamo sentito è quello della rabbia e della voglia di spaccare il mondo. Per ora, comunque, basterà spaccare il campo e qualcos'altro agli avversari. E questa Lazio, ha dimostrato di poterlo fare.

Rob.Mac

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Seguici anche su Facebook!

Potresti esserti perso