ESCLUSIVA – Onofri: “Quanti errori sui gol dell’Udinese, ma contro il Borussia mi aspetto una reazione. Su Fares…”

Le sue parole

di redazionecittaceleste

ROMA – Claudio Onofri torna ospite di Cittaceleste. Ecco, in esclusiva, le sue parole.

Debacle l’Udinese. Cos’è successo?

“Premesse: questo è un campionato che con la logica non ha niente a che vedere, ci sono molte situazioni che portano a sbalzi d’umore e rendimento, la lotta al vertice ne risentirà. Poi c’è che quando vedi l’Udinese in difficoltà pensi di poter fare una scorpacciata, ma la sua classifica non rende giustizia alla qualità della squadra. Per parlare della partita molte cose sono state raccapriccianti sia tatticamente che individualmente. Penso al retropassaggio scellerato di Fares, oppure il mancato raddoppio sul primo gol con Parola tiratosi molto indietro. La squadra non ha assomigliato in nessun modo, fatto salvo un piccolo inizio di secondo tempo, alla squadra che abbiamo imparato a conoscere”.

Possiamo parlare, per una volta, di un errore di Inzaghi nel preparare la gara?

“Io a queste cose non credo. Quando sei messo male in campo e non hai la capacità di opporti sembri molle e sembra che lo fai a posta. Bisogna essere bravi a rimettersi bene in campo. Non è stato un problema di testa secondo me. Per quanto riguarda le scelte è chiaro che se manca Leiva e metti Cataldi qualcosa cambia, il centrocampo di ieri non era di certo il migliore possibile. Problema alternative? Se pensiamo ad una Lazio da scudetto il problema c’è, la Juventus ha alternative in ogni ruolo se manca Ronaldo c’è Dybala. Per dirne uno. Però questo problema a parte Juve ed Inter lo hanno tutte le squadre secondo me, in ottica scudetto. Anche il Napoli ha un 13/14 da scudetto, ma poi il livello scende. Questo problema non lo ha solo la Lazio”.

Notizie Lazio: Lucas Leiva

Altra bocciatura per Fares, che ne pensi di questo giocatore e delle difficoltà che sta incontrando?

“Difficile dare un giudizio. A Verona sembrava un giocatore normale, poi alla Spal è letteralmente esploso e in pochi se lo aspettavano. A Ferrara è andato benissimo. Poi sono venuti infortuni che ne hanno ritardato la crescita. Sicuramente non è questo il vero Fares, ma forse nemmeno un giocatore da scudetto. Penso la stessa cosa di Lazzari. Io ne rimasi sorpreso, lo dissi anche a Semplici e lui mi confermò le eccezionali qualità specialmente in fase offensiva. Quelli bravi li vedono tutti, anche chi non capisce di calcio, tutto capiscono che Maradona era fortissimo, difficile è capire a che tipo di livello può arrivare un giocatore. Lazzari è bravo, ma il livello della Lazio potrebbe essere da scudetto. Questa perplessità la ho anche su Fares, sicuramente non è il giocatore che stiamo vedendo, ma non so se possa essere considerato un uomo giusto per puntare al titolo”.

Mercoledì invece c’è il Borussia, cosa attenderci dopo questa debacle?

“Per quello che ho capito di Inzaghi, delle sue capacità, mi aspetto una gran bella rivincita fin da subito. Mi aspetto una reazione. Bisognerà vedere tante questioni di contorno come quella di Luis Alberto di cui si è parlato molto, ma io penso che nulla possa destabilizzare i concetti portati avanti da Inzaghi per anni. Mercoledì vedremo una bella reazione, me l’aspetto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy