Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Chievo scusa, ancora pokerissimo!

Questo il commento al termine della sfida contro la squadra di Verona

redazionecittaceleste

"ROMA - Tutto regolare, Milinkovic è illegale. S'arrotola come un conorsionista, spara come un killer, s'inventa una doppietta d'artista. Che dire di questo genio serbo, bisogna solo inchinarsi al talento. Infinito per il futuro, anche se lui ogni ora che passa sembra sempre più forte e maturo. Dunque, auguriamoci cento di questi giorni, meglio di oltre 100 milioni. Cento volte Milinkovic e la speranza di rincontrarci fra cent'anni ancora con gli stessi colori. Sergej, vuoi tu, finché morte non ci separi? In effetti quel nuovo teschio tatuato sulla mano nel centro Eternal City (vicino alla Curva Nord) sembra quasi una risposta. Oppure un avvertimento letale al Chievo, perché anche questo suo centro all'angolino vale di nuovo l'intera posta. Andata e ritorno, non si è minimamente affievolito il tocco del campione. Sergej non ci pensa un attimo e calcia a giro un altro tocco da biliardo, eccolo il primo gol stagionale all'Olimpico per festeggiare il traguardo. Il diciottesimo (più sedici assist) in ottomila minuti giocati fra campionato e Coppe in 100 presenze e due anni e mezzo di Lazio. Decisivo la sua rete a Verona il 27 agosto per portare a casa i primi tre punti della stagione, ancora più importante questa doppietta per volare in alto al terzo posto e rimettere a posto il copione. Milinkovic chiude il risultato in semirovesciata, prima d'uscire cerca pure l'incrocio per rendere aliena pure la giornata.

RE LUIS

La partita inizia bene, ma prosegue male. Al 19' bel colpo di testa di Marusic, Sorrentino devia sopra la traversa. Bellissima pochi minuti dopo l'azione del montenegrino, che supera due avversari e serve dietro in area Luis Alberto per il piattone: settimo centro dello spagnolo grazie alla deviazione di Bani. Eppure, alla ripresa del gioco, la Lazio si lascia subito sorprendere da un lancio lungo e dal pari immediato del Chievo: disastrosa la linea del fuorigioco di Bastos, che si fa superare due volte da Pucciarelli, nel secondo caso sotto le gambe al volo. Controtempo, Strakosha non può far nulla. Milinkovic rimette in sesto la sfida, ma per poco Lulic non la combina grossa: Abisso prima concede il corner, poi col Var rivede la decisione.

RIPRESA

Già 10 minuti prima della ripresa in campo Felipe al posto d'Immobile: Ciro chiede il cambio perché sente tirare l'inguine quando calcia. Il brasiliano sembra in forma, ma deve ritrovare più facilmente la porta. Quella sbarrata a inizio secondo tempo da Strakosha in volo a Pucciarelli. La Lazio è molle, ma Milinkovic un duro. Leggiadra la palla invece di Lucas Leiva per il terzo gol biancoceleste. Ed ecco anche il terzo posto insieme al poker di Bastos (deviato da Tomovic) e sopratutto al pokerissimo firmato Nani. Bellissimo il diagonale in scivolata, così s'annamo a divertì!

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso