Ciro, un’altra doppietta e la Lazio è a -3 dalla vetta

Questo il commento della gara contro il Cagliari

di redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Un’altra doppietta, un altro rigore e un’altra testata. Ormai non la mette dentro una sola volta, va a due a due. Tredici a Napoli forse porta persino sfortuna, con questi gol invece il bomber trascina la Lazio sulla luna. Sulla terra rimangono gli altri, Immobile vola. Evviva San Ciro. Infallibile dal dischetto. Che sia Buffon o Crosta, Immobile la mette in porta. Arrestato sul nascere l’avvio pimpante di un Cagliari ferito dalle ultime sconfitte e dal cambio allenatore. Ciro dopo 7′ accende il motore. Sprint verso l’alto nella classifica cannonieri, adesso il bomber partenopeo sale a più tre su Dybala. E potrebbe anche aumentare lo scalino, se prima una zolla e poi Padoin non gli sporcassero sotto porta lo scarpino. Ciro comunque festeggia così l’annunciato rinnovo, Lotito con la Champions è pronto a ricoprirlo d’oro. Quasi tre milioni nelle sue tasche, niente per chi sta portando la Lazio verso orizzonti inimmaginabili. Non c’è ostacolo nell’avanzata biancoceleste, Immobile frana su Crosta, ma poi su rigore non conosce alcuna sosta. Ecco il diciottesimo centro stagionale fra campionato, coppe e Nazionale. E pensare che l’anno scorso aveva chiuso la stagione a quota 26 (23 in A) e oggi è a meno otto dopo poco più di due mesi. Ciro non è solo rinato laziale, in questo momento è proprio un extraterrestre, è spaziale.

GLORIA

Nella ripresa c’è gloria anche per la sforbiciata in area avversaria di Bastos, perfetto sino a quel momento in ogni angolo della sua. Questa Lazio è di roccia a poppa e a prua: terzo posto a pari merito con la Juve a quota 22, a un punto l’Inter, a tre il Napoli in vetta. Questa squadra insegue tutti come una saetta. Il Cagliari potrà pure recriminare sul gol annullato a Ionita (c’è il tocco dell’angolano) e su una traversa, ma poi quasi si spaventa ad affacciarsi davanti a Strakosha. Il portiere albanese conserva così anche la porta inviolata. Leiva non fa passare nessuno già a centrocampo, poi lascia il posto a Murgia per pensare a Bologna. La prossima che andrà a cercarsi con la Lazio rogna.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy