Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Decide la magia del Tucu: la Lazio vince ancora

udilaz

  di Lorenzo Ottaviani   UDINE – Dopo una prima frazione equilibrata e dalle poche emozioni, succede tutto nella seconda parte di gara. La sblocca Acerbi, raddoppia ‘El Tucu’ Correa con un gran gol poco dopo. Poi...

redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

UDINE - Dopo una prima frazione equilibrata e dalle poche emozioni, succede tutto nella seconda parte di gara. La sblocca Acerbi, raddoppia 'El Tucu' Correa con un gran gol poco dopo. Poi L'Udinese accorcia le distanze e l'ultimo quarto d'ora è di sofferenza pura per la Lazio, che però si dimostra corsara tornando a Roma con tre punti importantissimi per arrivare al derby con più tranquillità.

TUTTO BLOCCATO

La partita inizia con le due squadre che si studiano, non c'è voglia di scoprirsi eccessivamente. L'unico a mettersi in mostra è Correa con alcune accelerazioni interessanti. Bisogna aspettare il minuto 19 per la prima occasione della gara: calcio di punizione di De Paul, ben calciato ma non angolatissimo, deviato in angolo da Thomas Strakosha. La risposta della Lazio avviene intorno al 27esimo, quando Parolo mette in mezzo dalla destra per Luis Alberto, che si inserisce, impatta di testa ma mette fuori. Una situazione simile si ripete al 30' dove è lo stesso centrocampista di Gallarate a spedire il pallone alto. A parte un tentativo da fuori di Fofana, terminato sopra la traversa, non ci sono altre situazioni degne di nota fino al 45esimo. Termina 0-0 un primo tempo bloccato, tra due squadre che si stanno annullando a vicenda.

IL LEONE RUGGISCE, IL TUCU RAPISCE

La seconda frazione si apre con un rischio per i biancocelesti: Strakosha si oppone bene a Fofana dopo appena mezzo minuto. La Lazio non riesce a trovare spazi per far male alla retroguardia friulana, quindi Inzaghi decide di cambiare qualcosa: fuori Caicedo e Lulic (il capitano serve fresco per il derby), entrano Immobile e Durmisi. I cambi permettono ai biancocelesti di alzare le linee e prendere il possesso della metà campo dei padroni di casa, migliorando le proprie trame di gioco. La rete è solo una conseguenza di questo: al minuto 59 Luis Alberto calcia una punizione tagliata nel cuore dell'area di rigore, dove il Re Leone Acerbi dà la zampata vincente. E' 0-1 a mezz'ora dal termine. Ma non è finita, perché la partita viene illuminata da Correa, che al 66' ubriaca di doppi passi Stryger Larsen e infila Scuffet per il raddoppio della Lazio. Prova a rialzare la testa l'Udinese ancora con Fofana, ma Strakosha dice ancora no. I friulani accorciano le distanze all'80esimo, grazie ad un grandissimo gol di Nuytinck in rovesciata con l'aiuto di una leggera deviazione di Badelj. Rischio enorme per la Lazio due minuti dopo: Teodorczyk calcia al volo da distanza ravvicinata mettendo fuori, finale di sofferenza per i biancazzurri. In pieno recupero prima Fofana calcia, trovando ancora i guantoni del portiere biancoceleste, poi Correa rallenta eccessivamente un contropiede che poteva chiudere definitivamente la gara. Dopo gli ultimi minuti palpitanti, la gara si conclude con la vittoria della Lazio per 1-2.

Potresti esserti perso