LE PAGELLE DEL DIRETTORE – 7 ad Immobile, Radu nella storia del clbìub

Le pagelle del direttore Stefano Benedetti

di redazionecittaceleste
Notizie Lazio: pagelle direttore

Strakosha: 5 Torna in mezzo ai pali dal primo minuto di gioco. Fa il suo e lo fa bene. Calmo, concentrato e sicuro di sé. Anche lui all’85esimo rovina la sua buona prestazione. Stacca la spina e sbaglia il passaggio decisivo che porterà il difensore olandese a commettere il calcio di rigore. Purtroppo non riesce a negare il gol a Vlahovic.

L.Felipe: 6 Viene schierato in campo con una maglia da titolare alla destra dell’olandese. Gioca un buon primo tempo. Determinato e con un ottimo senso della posizione. Al 43esimo si guadagna il cartellino giallo commettendo un fallo inutile, ingenuo, pericoloso e molto rischioso ai limiti del rosso. All’inizio del secondo tempo viene sostituito. Al suo posto entra Patric.

Hoedt: 5 Si riprende il cuore del pacchetto difensivo. È lui ad amministrare e a gestire il ritmo della retroguardia biancoceleste. Preferisce la concretezza allo spettacolo. Non è molto raffinato tecnicamente ma esegue diversi interventi precisi e determinanti. Gioca una buona partita commettendo pochi errori. All’87esimo rovina tutto ciò che di buono aveva fatto commettendo fallo su Vlahovic nella sua area di rigore. Cartellino giallo e 2-1.

Acerbi: 7 Scende in campo alla sinistra di Hoedt. Al sesto minuto scalda i motori e con una galoppata impressionante arriva sul fondo dell’area avversaria. Alza la testa, crossa e trova Lazzari pronto a servire l’assist vincente sui piedi del Panterone. È il primo a gettarsi in avanti e a suonare la carica ai compagni. Quando c’è bisogno di lui non si tira mai indietro. La fascia sinistra ormai è il suo territorio.

Lazzari: 6.5 Gioca una buona partita anche se non riesce a trovare il giusto equilibrio. La sua è una prestazione intermittente. Certe volte si accende, brilla e diventa un punto di riferimento per i compagni. Altre, invece, si spegne completamente e sparisce dai radar. Nell’occasione del gol però è bravissimo a farsi trovare al posto giusto al momento giusto. Fa la torre sul cross di Acerbi riuscendo a servire Caicedo con un ottimo assist. Al 77esimo viene sostituito. Al suo posto entra Radu.

Escalante: 6 Viene schierato dal primo minuto davanti al pacchetto difensivo. Prova a fare del suo meglio ma non è ancora abbastanza. Al 45esimo minuto viene ammonito. Anche in questo caso, un fallo evitabile e ingenuo. Al 77esimo viene sostituito. Al suo posto entra Cataldi.

Patric: 6 Subentra al primo minuto del secondo tempo al posto dell’ammonito L.Felipe. Scende in campo con i tempi giusti. Determinato, dinamico e attento.

Cataldi: 6 Scende in campo al 77esimo al posto di Escalante. Ingresso pulito e senza sbavature.

Radu: 7 Subentra in gioco al 77esimo minuto al posto di Lazzari e diventa il calciatore con più presenze in Serie A con la maglia biancoceleste.

Milinkovic: 6.5 Gioca un primo tempo interessante. Di sicuro molto più della ripresa dove comunque la sua gara è molto attenta e precisa. Non ha bissato l’ottima prestazione di Genova ma la sua è stata comunque una gara positiva in cui si è messo a disposizione della squadra non lesinando giocate importanti. Sul due a zero salva sulla linea di porta un gol che avrebbe riaperto la partita.

L.Alberto: 6.5 A tratti abbiamo rivisto il giocatore che aveva incantato le platee nella scorsa stagione. Era arrivato anche l’assist per Immobile ma la Var ha detto giustamente no al bomber laziale per un fuorigioco millimetrico. La sua è in ogni caso una gara decisamente positiva che lascia ben sperare per una ripresa della sua condizione fisica e psicologica in vista delle prossime gare.

Marusic: 6 Si vede poco in avanti ma quando si è affacciato nell’area di rigore avversaria è stato per due volte pericoloso. Inzaghi sembra preferire le sgambate e i cross di Acerbi relegandolo in posizione più difensiva dove ha dato un buon contributo alla causa

Caicedo: 7 Segna un gol e bacia la maglia. Sembra quasi voler inviare un messaggio al tecnico, alla società e ai tifosi in cui esplicita la sua volontà di voler restare ed essere utile alla causa. Il suo è un gran gol ma anche un’ottima prestazione fatta di sacrificio e sostanza. Al quarto d’ora della ripresa lascia il campo a favore di Akpa Akpro

Akpa Akpro: 6 gioca pochi minuti ma da una grossa mano a centrocampo mettendo ordine senza disdegnare un aiuto al reparto arretrato

Immobile: 7 È stato in dubbio fino all’ultimo per il riacutizzarsi di un vecchio problema fisico. Lotta in ogni zona del campo, difesa compresa. Nel primo tempo segna anche un gol, giustamente annullato per fuorigioco. Poi nella ripresa lo realizza sfondando praticamente la porta sugli sviluppi di un calcio d’angolo. E per fortuna che non stava bene. Nel finale sostituito da Muriqi.

Muriqi: Sv

Inzaghi: 6.5 La sua squadra non ritrova ancora lo smalto che l’aveva resa grande nella scorsa stagione ma ritrova invece la vittoria con i gol dei suoi bomber. Oggi serviva una vittoria e una vittoria è arrivata. Ma c’è ancora da lavorare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy