notizie

LE PAGELLE DEL DIRETTORE – Super Immobile. Acerbi, ma non eri un difensore?

Notizie Lazio: pagelle direttore

Le pagelle del direttore Stefano Benedetti

redazionecittaceleste

Reina: 6 Peccato per il gol subito all’ultimo secondo dello scadere del primo tempo. Gioca un’ottima partita gestendo i tempi delle ripartenze con sicurezza e soprattutto con tanta tanta calma. Trasmette la sua tranquillità anche al resto dei compagni che sanno di poter far sempre affidamento sui suoi piedi. Destro o sinistro, fa lo stesso.

Patric: 6 È bravo e attento a capire quando deve accorciare e quando, invece, deve temporeggiare. Al 45esimo minuto però accade l’impensabile. Hazard serve Reus in area di rigore. Il capitano del BVB si accorge di trovarsi in fuorigioco e lascia il pallone a Guerreiro che con l’esterno anticipa Reina e sigla il gol del vantaggio. Fin qui sembrerebbe essere tutto regolare. Ma c’è un problema di cui forse l’arbitro Antonio Mateu Lahoz non si accorge. Patric non riesce a chiudere l’inserimento di Guerreiro perché c’è Reus (in fuorigioco) che gli passa davanti impedendogli di poter intervenire in scivolata, cosa che avrebbe potuto fare se non ci fosse stato l’attaccante tedesco “in mezzo ai piedi”. Arbitro, VAR e assistenti fanno finta di niente e convalidano il vantaggio al centrocampista.

Hoedt: 6.5 Fa sentire tutta la sua fisicità. Non si tira mai indietro, anzi cerca lo scontro fisico conscio della sua forza e della sua stazza. Ha le idee molto chiare. Alza la testa e cerca sempre Leiva. Imposta il gioco con semplicità, tranquillità e precisione.

Acerbi: 7 Non era un difensore? Veste tutti i ruoli senza difficoltà. Terzino, esterno, ala e punta. Gioca una grande partita. Accompagna ogni ripartenza biancoceleste arrivando persino a calciare nell’area di rigore avversaria. Sovrapposizioni, cross e tanto tanto spirito di sacrificio. Sembra instancabile. È il primo a lanciarsi in avanti e il primo a tornare in difesa pronto a chiudere gli spazi all’avanzata giallonera.

Marusic: 6 Al 18esimo minuto il suo intervento è provvidenziale. Fa sentire il fisico ed evita il peggio. Con un’ottima diagonale sventa quello che sarebbe potuto diventare un pericolosissimo 1 vs 1 nell’area di rigore biancoceleste tra Giovanni Reyna e il portierone spagnolo.

Leiva: 6 Si piazza davanti alla difesa cercando di fare il possibile per “proteggere” il proprio pacchetto difensivo. Invita i suoi compagni al pressing asfissiante sugli avversari. Con i suoi passaggi filtranti cerca spesso di imbucare “il Mago” che è sempre pronto a compiere qualche magia da un momento all’altro. Al 70esimo minuto viene sostituito. Al suo posto entra Akpa Akpro.

Akpa Akpro: 6 Subentra al 70esimo minuto al posto di Leiva. Scende in campo con tanta voglia di mettersi in mostra. Corre senza fermarsi mai, cercando di farsi vedere il più possibile dai suoi compagni. L’approccio al match è ottimo.

Milinkovic: 6.5 Nel vederlo giocare si ha la netta sensazione che sia molto più preoccupato a difendere che a rendersi pericoloso in costruzione di gioco. La sua gara cambia però nettamente nella ripresa soprattutto nel momento in cui va a prendersi letteralmente il calcio di rigore poi realizzato da Immobile.

Escalante: Sv

Luis Alberto: 5.5 Continua il suo momento così così. Cerca di fare gioco ma va sistematicamente a sbattere sul muro difensivo tedesco. Cerca di svariare lungo tutto il centrocampo ma non trova né il guizzo giusto né la posizione giusta per poter far male come solo lui sa fare.

Caicedo: 6 Entra al posto di Luis Alberto nella ripresa. Purtroppo questa volta si vede poco ma da il suo contributo alla causa

Fares: 5 La sua gara è caratterizzata da una intermittenza di rendimento troppo palese. Ma sono ancora troppi gli errori e poche le galoppate sulla sua fascia per poterlo definire un vero e proprio rinforzo di questa. Lascia il campo nel cuore della ripresa a Lazzari.

Lazzari: 6.5 Da sicuramente più dinamismo sulla sinistra. Corre, crossa e spinge in maniera molto decisa. Approccio con la gara sicuramente positivo

Correa: 5 Il suo proverbiale cambio di passo, il suo dribbling secco e perentorio questa sera non li abbiamo visti mai. La sua gara è stata lenta e compassata, senza nessun sussulto . Inzaghi lo sostituisce nel cuore della ripresa con Pereira.

Pereira: 6.5 Inzaghi voleva dinamismo e con il suo ingresso in campo lo trova. Corre, svaria, salta l’uomo. Anche per lui un approccio decisamente positivo alla gara

Immobile: 7.5 Ogni volta che ha una palla gol sono guai seri per il Dortmund. Il problema è che questa sera di palle gol ne sono arrivate poche. Il tutto fino a quando non arriva il calcio di rigore realizzato come solo lui sa fare. Da lì in poi è una vera e propria spina nel fianco della retroguardia giallonera. Ma per noi non è una novità.

Inzaghi: 7 Dopo un primo tempo troppo statico la sua squadra nella ripresa (ri)trova la giusta determinazione dimostrando a tutta Europa che chiunque dovrà fare i conti con la Lazio.