Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Luis come Baggio, Spal-lata d’Immobile a Icardi nella storia

Questo il commento al termine della sfida contro la Spal

redazionecittaceleste

"ROMA - Baggio gioca ancora e ha il ciuffo biondo. Luis Alberto con un stop stravolge le regole fisiche del mondo. La palla sbuca fuori area dal cielo, lo spagnolo l'accarezza per terra con un controllo a seguire, poi la sposta con la suola e manda per terra due difensori. Quindi s'avvicina a Gomis e lo spiazza col piattone. Nemmeno il tempo però di esultare per questo colpo da campione, che la Var conferma il rigore: Tagliavento vede un fallo dubbio di Basta su Paloschi, Antenucci trasforma il penalty. Non contento, allora, Luis Alberto risale in cattedra con un esterno meraviglioso che dona a Immobile in area il diciassettesimo centro in questo campionato.

"FORTUNA HORROR

"Sulla fascia sinistra sempre decisiva la presenza nel gioco di Lukaku, che al 20' parte dalla propria area e scaraventa per terra tre avversari: cross del belga e tiro al volo di Parolo di poco al lato. Al 26' si sveglia pure Milinkovic, che protegge una palla con le unghie e con i denti sulla trequarti e lancia anche lui d'esterno Immobile sulla linea del fuorigioco: Ciro non sbaglia, raddoppia e agguanta Icardi a quota 18 gol. Tuttavia la Lazio non può tirare nessun sospiro, perché Wallace s'addormenta su un cross di Lazzari e rinvia male la palla di testa: Antenucci raccoglie e calcia sotto le gambe di de Vrij spiazzando Strakosha. Stefan però si rifà salvando tutto pochi minuti dopo su Paloschi sulla linea. La mira sbagliata di Antenucci al volo grazia la Lazio dal pari dopo l'ennesima palla persa da Milinkovic con superficialità a centrocampo.

"STORIA DA BOMBER

"Nel finale del primo tempo ci prova Luis Alberto a far respirare di nuovo i suoi compagni con un cucchiaio dalla trequarti, Gomis mette in corner. Allora ecco la triplice sventola del nuovo capocannoniere: Immobile scaraventa in porta di testa il traversone di Basta, in anticipo sul primo palo. Diciannovesima rete in diciannove gare (manca la ventesima con l'Udinese) come non era mai successo a nessuno nella storia della Lazio. Immobile supera pure Signori a quota diciotto gol alle ventesima giornata di Serie A nella stagione 1992/93. In pratica, con tutto un girone di ritorno ancora da disputare, Ciro è a sole due firme dai 22 centri con cui si laureò miglior marcatore ai tempi del Torino. Perché a inizio ripresa trova pure il poker di piattone, sul corner spizzato da Radu.

"RIPRESA ANSIOSA

"Poco prima la difesa biancoceleste aveva traballato ancora su una scorribanda di Rizzo. Pronti, via, Schiattarella si divora un gol da un metro con un controllo sbagliato a tu per tu con Strakosha. Dopo il 5-2 d'Immobile, Radu è costretto a fermare con le brutte Lazzari: ammonizione e immediata squalifica che gli farà saltare il Chievo. Inzaghi per scongiurare l'espulsione lo sostituisce con Luiz Felipe, Milinkovic con Felipe Anderson. Ma la Spal insiste comunque per provare a riprendere la gara e va vicina al terzo gol, prima con Viviani che colpisce il palo su punizione, poi col difensore Felipe che si fa pare un colpo di testa da Strakosha sulla linea. Annullata anche una rete a Paloschi per fuorigioco. Poco importa, con questa vittoria la Lazio supera virtualmente (con tre punti con l'Udinese da recuperare) l'Inter ferma col pari di ieri a 42 punti.

"Cittaceleste.it

Potresti esserti perso