De Vrij sempre più decisivo, aspettando il rinnovo

Il difensore olandese è il regista arretrato di Inzaghi, uno che non sbaglia nemmeno una scelta, ma che va blindato prima che sia troppo tardi

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- E’ stato uno dei protagonisti della movimentata estate biancoceleste. Tra il caso Keita e la telenovela Biglia, Stefan de Vrij è rimasto a lavorare a testa bassa per il bene della Lazio, con il contratto in scadenza nella prossima estate, ma senza avanzare richiesta e di cessione o capricci da primadonna. L’olandese non ha mai chiuso le porte alla Lazio, non ha mai voltato le spalle alla squadra che lo ha fatto diventare uno dei migliori difensori della Serie A, e uno dei giovani più promettenti nel panorama europeo. Ha rispettato la volontà della società e di Inzaghi di non privasi del proprio leader difensivo, pur continuando a pensare a lidi secondo lui più ambiziosi. Ma Lotito non è rimasto immobile ad aspettare che il suo gioiello voli via a parametro zero. Il patron biancoceleste ha avviato le trattative per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2018 con l’entourage del giocatore, ricevendo segnali di apertura da parte di Stefan. Il nodo sembra essere ancora la clausola rescissoria che gli agenti del giocatore hanno posto come “conditio sine qua non”, per usare un latinismo che piace tanto a Lotito. Dopo settimane di trattative, le parti sembrano essere arrivati ad un accordo pari a 30 milioni di euro, con de Vrij che dovrebbe dunque prolungare a breve il proprio contratto con la Lazio.

LEADER

DE VRIJ

Inzaghi può tirare un sospiro di sollievo, per ora. Si, perchè le sirene ammaliatrici delle big europee suonano sempre più forte per i gioielli biancocelesti, e la situazione contrattuale ancora incerta di de Vrij alletta molti, Juventus in primis. Ah, la Juve. Sono passati tre giorni dall’impresa dello Stadium, ma tifosi e giocatori sono ancora ubriachi di un successo che sa di storia. I biancocelesti si ritroveranno quest’oggi per cominciare a preparare la difficile trasferta europea contro il Nizza, contro cui si deciderà il primato del girone. Inzaghi è pronto a fare un nuovo turnover per gestire al meglio le forze dei suoi, ma non dovrebbe rinunciare alla leadership difensiva di de Vrij. L’olandese è fondamentale negli equilibri laziali, trasmette serenità a tutto il reparto, guidando i compagni con una sicurezza da veterano. Impossibile rinunciare a lui. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport,  contro la Juventus, non certo l’ultima della classe, de Vrij ha perfezionato 34 passaggi su 34, chiudendo la statistica con una percentuale del 100%. Impressionante. Nella notte dello Stadium, de Vrij ha mostrato ancora una volta all’Italia intera le sue enormi qualità e i suoi esponenziali margini di miglioramento. Sperando che la crescita dell’ex Feyenoord continui dalle parti di Formello.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy