ESCLUSIVA – Spada: “Ecco Perea! Ma Rozzi…”

ROMA – Ai microfoni di LazioSera, in onda su Cittaceleste.it è intervenuto l’agente FIFA (esperto di calcio Colombiano) Federico Spada con cui abbiamo fatto una bella chiacchierata. “Ho parlato con il procuratore di Perea: il visto è pronto. Pertanto la settimana prossima il giocatore approderà finalmente alla Lazio e inizierà…

di redazionecittaceleste

ROMA – Ai microfoni di LazioSera, in onda su Cittaceleste.it è intervenuto l’agente FIFA (esperto di calcio Colombiano) Federico Spada con cui abbiamo fatto una bella chiacchierata.

“Ho parlato con il procuratore di Perea: il visto è pronto. Pertanto la settimana prossima il giocatore approderà finalmente alla Lazio e inizierà ad allenarsi con i compagni dopo aver incontrato Petkovic”.

Con le partenze di Kozak e Rozzi, Perea rivestirà sicuramente un ruolo da protagonista nella Lazio…

Ah questo sicuramente, bisognerà solo capire in che ruolo vorrà adattarlo Petkovic. Per lui, sarebbe meglio giocare al fianco di Klose, anche se la Lazio difficilmente utilizza il modulo a due punte. L’importante per Perea è non stare spalle alla porta: come seconda punta sarebbe perfetto perchè è uno che si inserisce bene, perchè è uno di qualità che può anche mandare in porta Klose. E’ tecnico, estremamente tecnico. Tanto che nel sudamericano under 20, le poche volte che ha giocato lo ha fatto posizionandosi alle spalle di Jonh Cordoba, attaccante classe 1993 da poco trasferitosi all’Espanyol, in Spagna.

Che ne pensi della scelta della Lazio, di mandare Rozzi in prestito al Real?

Beh, secondo me è una grandissima perdita per la Lazio. Io l’ho visto tante volte giocare, era importantissimo nella primavera della Lazio ma non solo. Sarei pronto a mettere la mano sul fuoco sulle sue qualità.

Si parla di un riscatto fissato dalla Lazio a 18 milioni: dovesse fare bene con il Real Madrid B, secondo te questo sarebbe pronto a versare tale somma nelle casse della Lazio per assicurarsi Rozzi?

Difficilmente. Se in Italia si fa fatica a far giocare i giovani italiani, figuriamoci in Spagna nel Real o nel Barça. Comunque vediamo, magari se farà bene poi ci saranno altre sirene, magari dall’Espanyol. Tuttavia ripeto, per me avrebbe potuto fare tranquillamente altra gavetta in Serie B, dove ci sono giocatori molto peggio rispetto a lui.

Tornando a Perea: nel 4-4-1-1, potrebbe prendere il posto di Candreva in appoggio a Klose?

Certo, ha già giocato in quel ruolo anche se negli ultimi mesi al Deportivo Calì li ha fatti più da prima punta, da finalizzatore. E comunque come trequartista la Lazio ha anche Felipe Anderson che a mio parere è sicuramente più pronto rispetto a Perea, il quale è ancora acerbo anche se è dello stesso anno di nascita di Felipe.


Intanto la società biancoceleste si prepara ad accogliere Perea che, inoltre, sarà il primo colombiano nella storia della Lazio.

GUARDA L’INTERVISTA COMPLETA (AUDIO/VIDEO)

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy