L’INCUBO – Kozak out dal 2013. L’ex Lazio in un tunnel infinito

ROMA (di Mi.Bor.) – Inchiesta giornaliera del Birmingham Mail sulle condizioni di Libor Kozak. L’ariete ceco, ex Lazio, è sparito dai radar e il quotidiano ha ricostruito gli ultimi anni in 7 punti: 1) Chi è Kozak? Kozak, per quelli che di voi non lo ricordano, è l’attaccante gigante arrivato…

di redazionecittaceleste

ROMA (di Mi.Bor.) – Inchiesta giornaliera del Birmingham Mail sulle condizioni di Libor Kozak. L’ariete ceco, ex Lazio, è sparito dai radar e il quotidiano ha ricostruito gli ultimi anni in 7 punti:

1) Chi è Kozak?

Kozak, per quelli che di voi non lo ricordano, è l’attaccante gigante arrivato dalla Lazio nell’agosto del 2013. Era anche titolare con la Repubblica Ceca ed era stato acquistato per fare concorrenza o essere la sponda di Christian Benteke.

2) Cosa sta facendo Kozak?

E’ ancora in convalescenza. Kozak si ruppe la gamba in una collisione in allenamento con Ciaran Clark. Dopo circa 13 mesi è riuscito a calciare nuovamente un pallone. Il suo recupero è stato rallentato da un nuovo intervento chirurgico necessario ad ottobre 2014 per inserire un perno nell’arto.

3) Quando ha giocato l’ultima partita?

Kozak è sceso per l’ultima volta in campo il 28 dicembre del 2013. Quel giorno entrò dalla panchina per sostituire al 61° Aleksandar Tonev in un pareggio per 1-1 contro lo Swansea al Villa Park

4) Era considerato?

All’Aston Villa non lo vedevano male. Aveva il talento di segnare gol pesanti e di avere attributi diversi da Benteke

5) E’ stato sostituito?

No, è questo è un problema. In tutte le competizioni fra prestiti e acquisti non si è trovato un attaccante con lo stesso identikit.

6) La società crede ancora in lui?

Si, ne parla sempre bene anche perché è stato un trasferimento molto costoso (5 milioni di sterline per alcuni, 7 per altri)

7) Il futuro di Kozak

Ha 25 anni e ha ripreso ad allenarsi. Il problema è che l’Aston Villa sembra aver trovato ora degli equilibri senza di lui. Ha un contratto fino all’estate 2017 però, e c’è tutto il tempo per tornare in forma, uscire dall’incubo, e riprendersi un posto.

 

 


 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy