LA CONFERENZA – Pioli: “Lazio,ripartiamo subito”

ROMA – Nessun trauma irrimediabile post-Manuzzi. Pioli torna in conferenza dopo la brutta sconfitta di Cesena: “Succede di non giocare il calcio migliore, anche il Real Madrid ieri si è inceppato, ma è una squadra forte. Così noi non dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento. C’è tanta voglia di ripartire e…

di redazionecittaceleste

ROMA – Nessun trauma irrimediabile post-Manuzzi. Pioli torna in conferenza dopo la brutta sconfitta di Cesena: “Succede di non giocare il calcio migliore, anche il Real Madrid ieri si è inceppato, ma è una squadra forte. Così noi non dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento. C’è tanta voglia di ripartire e di dimostrare ai nostri tifosi che siamo la Lazio. Vogliamo tornare a vincere”. Felipe Anderson c’è: “E’ recuperato al 100% dal punto di vista fisico, ma è stato fuori tre settimane dal campo e non ha ritmo partita”. Torna anche de Vrij: “Faremo le valutazioni, non credo sia un rischio rimetterlo in campo. Si è allenato bene tutta la settimana. L’ho provato con Mauricio, ma non conta il compagno con il quale si gioca, contano le regole da assimilare. L’ex Sporting si sta integrando bene”. 

BERGESSIO – Il mercato si è chiuso senza botti: “La priorità era d’intervenire in difesa, con Mauricio è stata colmata una necessità. L’infortunio di Djordjevic ci ha fatto fare altre valutazioni. Col rientro di Perea io avevo già valutato fossimo a posto così, abbiamo il centravanti campione del mondo e altre soluzioni. Anche in emergenza possiamo far bene. Potevamo aggiungere un pezzo in più, ma le trattative nell’ultimo giorno possono anche non andare a buon fine. Non cambia nulla, siamo comunque competitivi per raggiungere i nostri obiettivi, possiamo entrare nei primi 5 posti”. Questo Miro può trascinare la Lazio in Champions: “E’ un grande giocatore, diceva la verità quando assicurava di aver bisogno di più continuità per entrare in forma. Anche Keita potrà essere un attaccante molto forte per la causa”. 

MALEDIZIONE – Sfatare il tabù Genoa, dopo sette ko, è il traguardo immediato: “La Lazio dovrà mettere grande grinta e pulizia nelle giocate. Guai a fare errori, dobbiamo muoverci tanto senza dare punti di riferimento agli avversari”. Deve tornare la Lazio del derby: “Dobbiamo giocare come sappiamo, abbiamo la nostra filosofia e il nostro approccio. Dobbiamo mantenere certi ritmi ed essere propositivi con tante soluzioni offensive. Poi cercheremo di rimanere compatti nelle due fasi e di mettere sotto gli avversari”. Sotto la Lanterna arrivò una sconfitta clamorosa all’andata: “Stavolta dovremo sfruttare le occasioni create, a differenza di quella partita. Domani dovremo essere concreti e determinati nel centrare la porta”. Gli uomini di Gasperini ora sembrano in calo: “Non guardiamo il nostro avversario, dobbiamo mettere noi in campo la miglior prestazione”.

FUTURO – A giugno arriveranno Hoedt e Morrison. Ma Ravel può già svincolarsi dal West Ham: “Se il ragazzo non gioca lì, sarebbe bello farlo arrivare prima e farlo ambientare con i nostri allenamenti”, conclude Pioli. Che esclude un caso Ciani (svincolato a giugno), fotografato in Francia in allenamento col Bordeaux: “Si sta curando lì, sta seguendo un protocollo”. 

Cittaceleste.it

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy