• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

La Lazio d’Europa è pronta all’esordio: tournover e entusiasmo a Vitesse

Giovedi ci sarà l’esordio dei biancocelesti in Europa League, e Inzaghi prepara qualche sorpresa

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- Non c’è tempo di crogiolarsi nella soddisfazione di aver battuto il Milan dei 200 milioni, per la Lazio di Inzaghi. I biancocelesti giovedi sono attesi dall’esordio in Europa League, per la prima partita del proprio girone. In calendario c’è l’insidiosa trasferta di Vitesse, squadra olandese che l’anno scorso ha vinto la Coppa d’Olanda e fa della valorizzazione dei giovani uno dei suoi punti di forza. Ci vorrà tutta la concentrazione del caso dunque per portare a casa il risultato, e guai a sottovalutare una squadra che davanti al proprio pubblico vuole fare bella figura. “Europa League? E’ un piacere giocarla, dobbiamo essere sempre in Europa. I tre impegni saranno difficili da gestire, ma siamo carichi per fare del nostro meglio in questa competizione che abbiamo sudato a conquistare”, pensieri e parole di Simone Inzaghi. Il tecnico piacentino è pronto a sorprendere anche sul palcoscenico continentale, e per la gara di giovedi di sorprese ce ne saranno tante. Per gestire al meglio le forze di una rosa che non è lunghissima, l’allenatore biancoceleste dovrà necessariamente fare un po’ di tournover, pur mandando in campo una squadra vogliosa di dimostrare il proprio valore. Punta proprio su questo Simone Inzaghi, sulla fame dei giovani che hanno giocato finora meno, ma che saranno importantissimi nell’economia di una stagioni che vede ben tre competizioni da onorare al meglio.

TOURNOVER

lukaku-lazio

Tournover, dunque. Inzaghi pensa a risparmiare le forzae dei suoi in vista della trasferta contro il Genoa di domenica prossima, match storicamente ostico per i biancocelesti. A Vitesse dovrebbe essere confermato in porta Thomas Strakosha, mentre in difesa al fianco dell’insostituibile Stefan De Vrij agiranno Bastos e il giovane Luiz Felipe, che dopo il suo esordio in campionato contro il Milan è pronto alla sua prima gara da titolare. A centrocampo sicuro l’impiego di Parolo in regia, visto il rosso rimediato nell’ultimo turno di campionato che gli costerà il match di Genova, poi Murgia e l’uomo del momento, quel Luis Alberto totalmente rinato sotto la cura Inzaghi. Sulle fasce Marusic e Lukaku sono pronti a dare respiro a Basta e Lulic, per dimostrare di essere molto più di un’alternativa. Il giovane belga in particolare ha dimostrato più volte sia l’anno scorso che in questo inizio di stagione di poter essere determinante per la Lazio, ma per ora Inzaghi lo vede solo come arma da usare a gara in corso: “E’ un giocatore importante che doveva risolvere dei problemi fisici e ha dovuto rallentare la preparazione. Con tutte queste partite arriverà il suo momento e dovrà farsi trovare pronto. Per ora la sua condizione gli permette di essere al massimo solo per mezzora”. Il grande dubbio di Inzaghi riguarda l’attacco. La tentazione di far rifiatare Immobile è tanta, ma in questo momento rinunciare al bomber napoletano appare impensabile. Dietro di lui scalpita Caicedo, che si sta allenando bene a Formello e sembra molto vicino alla forma migliore, giovedi potrebbe arrivare il suo momento.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy