• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Marchetti, Djordjevic e Mauricio: obiettivo reintegro

La società non è riuscita a piazzarli e ora potrebbero tornare utili a Inzaghi

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- E’ stato un mercato non privo di sorprese, quello della Lazio. Bloccato fino al penultimo giorno per il caso Keita, si è infiammato proprio dopo la cessione del senegalese al Monaco, per la bellezza di 30 milioni di euro, con ben tre colpi piazzati ad un giorno dal gong finale. E’ arrivato Nani, il giocatore pronto e affermato a livello internazionale che voleva Inzaghi; sono arrivati Pedro Neto, uno dei talenti più puri del panorama calcistico europeo, e Bruno Jordao dal Braga, grazie all’asse, spesso vincente, con Jorge Mendes. Staremo a vedere se l’investimento di 26 milioni per i due baby d’oro portoghesi porterà i suoi frutti, nel frattempo Inzaghi dovrà fare i conti con i giocatori in esubero che la società non è riuscita a cedere. L’ultimo giorno di mercato è stato interamente dedicato alle cessioni, tanto da rinunciare anche ad acquistare il sostituto di Hoedt. Sono partiti Kishna, Morrison e, a sorpresa, Cristiano Lombardi, ceduto in prestito al Benevento, squadra dove potrà trovare quella continuità che non avrebbe avuto a Roma. Tanti i giocatori ormai fuori dal progetto Lazio, ma che sono rimasti a Formello: Marchetti, Mauricio, Djordjevic, Perea, Oikonomidis, Rozzi, Tounkara e Dovidio.

OPERAZIONE REINTEGRO

djordjevic-lazio

In questi primi giorni di settembre si cercheranno soluzioni in quei mercati ancora aperti, altrimenti lo sfoltimento della rosa a disposizione di Inzaghi continuerà a gennaio. Ora però alcuni di loro potrebbero essere reintegrati in gruppo, per dare il proprio contrinuto alla causa biancoceleste. Uno di questi è sicuramente Federico Marchetti. Il portiere biancoceleste, dopo la pessima stagione scorsa, dove ha perso il posto in favore di Strakosha ed è stato perseguitato dagli infortuni, è stato cercato da Spal, Hellas Verona e Sparta Praga, ma tutto si è risolto in un nulla di fatto. Ora è probabile che, ad un anno dal termine del contratto, possa tornare a disposizione di Inzaghi per fare il secondo di Strakosha, specialmente considerando che Vargic e Guerrieri non danno molte certezze e che, con tre competizioni da affrontare, l’esperienza del numero 22 potrebbe sicuramente tornare utile. Anche Filip Djordjevic potrebbe essere reintegrato nella rosa del tecnico piacentino. Il Cobra, dopo aver cercato fino all’ultimo una sistemazione, si ricomincerà ad allenare agli ordini di Inzaghi per cercare di ritrovare quel fiuto del gol che sembra ormai perduto. Discorso diverso per Mauricio. Il difensore brasiliano potrebbe clamorosamente essere reintegrato in gruppo vista l’assenza numerica di un difensore dopo la partenza di Hoedt. Il centrale olandese infatti, volato al Southampton per 17 milioni, ha lasciato un vuoto che potrebbe essere colmato proprio dal roccioso centrale verdeoro. Chi spera di convincere Inzaghi è anche Chris Oikonomidis, esterno d’attacco cresciuto nella Primavera che il tecnico biancoceleste conosce benissimo.

Cittaceleste.it

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy