gazzanet

Inzaghi: “Domani senza pensare a Milan e Dinamo, solo chi non ha obiettivi si stanca. Zarate? Quando parla di Lazio gli si illuminano gli occhi…”

Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, parla in conferenza stampa

ROMA – In vista del match di domani tra la Lazio e il Sassuolo, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa: “E’ normale che giocando ogni tre giorni si è spesso lontano da casa, quindi nelle...

redazionecittaceleste

ROMA - In vista del match di domani tra la Lazio e il Sassuolo, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa: "E' normale che giocando ogni tre giorni si è spesso lontano da casa, quindi nelle ultime partite casalinghe ho preferito mandare i ragazzi dalle loro famiglie. Sono convinto che esista una stanchezza mentale, non fisica. E' propria di chi non ha obiettivi, ma noi ne abbiamo. Siamo in corsa su tre competizioni e vogliamo arrivare in fondo".

Su un possibile turnover: "Qualche cambio ce l'ho in testa in vista di domani. Da qui a domani scioglierò gli ultimi dubbi: Milinkovic e Radu ci saranno sicuramente. Gli altri stanno tutti bene, dovremo dare il 120% per superare il Sassuolo, senza pensare al Milan".

Immobile: "Ciro sta facendo cose straordinarie, si è calato perfettamente nell'ambiente Lazio, è un leader e sarà determinante per noi ancora per tanti anni".

Sul sorteggio di Europa League: "La Dinamo Kiev è una squadra organizzata che si sta giocando il titolo con lo Shaktar Donetsk. Sicuramente poteva andarci peggio, ma tutte le squadre arrivate a questo punto sono competitive. Ci sarà comunque tempo per pensarci".

Sui problemi difensivi: "Stiamo lavorando per prendere meno gol, ma ne segniamo anche tanti. Qualche errore difensivo era sicuramente evitabile, ma ho fiducia in tutti i miei difensori".

Su Felipe Anderson: "Ha fatto un'ottima partita giovedì, come tutta la squadra. Sia lui che Immobile e Luis Alberto sono sempre stati i primi ad attaccare l'avversario e aiutare la squadra in fase difensiva".

Sul possibile ritorno di Zarate: "Con Mauro ci sentiamo spesso, l'ho anche incontrato a Londra e abbiamo ricordato i tempi in cui giocavamo insieme. Quando parla di Lazio gli si illuminano gli occhi, ma ha preso una strada diversa. Ora ha ricominciato a giocare con continuità dopo un infortunio e ne sono felice. Quando sta bene è un giocatore che può fare sicuramente la differenza".

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Seguici anche su Facebook!

Potresti esserti perso