Serie A e diritti TV: tra salasso e condivisione

A pagare sono sempre i tifosi innamorati ma anche tartassati

di redazionecittaceleste

ROMA – Salasso che spasso caro tifoso in questo mare io ci sguazzo. Quest’anno per vedere tutte le partite della Serie A sarà necessario fare due abbonamenti uno a Sky e un altro a DAZN la nuova piattaforma che in esclusiva si è aggiudicata tre partite della serie A.

PER VEDERLE TUTTE – Se sei già cliente Sky basta compilare il form che trovate sul sito www.sky.it/pacchetti-offerte/Sky-calcio/dazn.htlm. Se si è già clienti Sky basterà inserire Nome e Cognome email codice cliente e codice fiscale. Se invece non si è ancora clienti Sky Nome e Cognome con numero di telefono e email. A questo punto verrai ricontattato per acquistare il ticket DAZN e il suo relativo codice da inserire sulla pagina di attivazione DAZN riservata ai clienti Sky creando un proprio user name e password. Per tutte le info basta cliccare su Dazn.com.

pacchetto sky

TICKET DAZN – Esistono tre tipi di ticket da 59,99 per la durata di nove mesi, uno da tre mesi a 21.99 e uno da 7,99 di un mese. Prezzo riservato a tutti i clienti Sky.

SVANTAGGIATI – Alla fine i più penalizzati sono i tifosi che sono sempre più un corpo estraneo nei confronti di un calcio diventato sempre più business alla merce’ dei grandi broadcaster pronti a ricoprire di soldi le società di serie A e B. Per le la maggior parte dei club i bilanci dipendono proprio dai ricavi televisivi pari a circa il 67%. Peccato che la piattaforma DAZN funziona solo su internet e quindi chi non ha una linea internet – una famiglia su tre non ha ancora accesso alla rete secondo i dati ISTAT aggiornati al dicembre 2017 – quindi oltre al già esoso costo di due abbonamenti per vedere tutto il calcio di Serie A servirà anche un abbonamento agli operatori di internet presenti in Italia. Forse si tornerà ai vecchi tempi quando tutti insieme si vedeva la partita da un unico televisore. Una idea di condivisione 2.0 ben lontana dal Dio pallone sempre più marcio e assetato di denari sulle spalle dei già vessati italiani, soprattutto anziani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy