CDS – «Burak è pronto a chiudere con la Lazio»

Il Galatasaray a Roma, Yilmaz in Turchia. Lotito s’è mosso perché può contare sulla disponibilità dell’attaccante turco. Alì Egesel, il manager di Burak, ha teso la mano al presidente: «La situazione attuale non è un problema esistente con noi. In caso di accordo tra i due club parleremo con la…

di redazionecittaceleste

Il Galatasaray a Roma, Yilmaz in Turchia. Lotito s’è mosso perché può contare sulla disponibilità dell’attaccante turco. Alì Egesel, il manager di Burak, ha teso la mano al presidente: «La situazione attuale non è un problema esistente con noi. In caso di accordo tra i due club parleremo con la Lazio per trovare un’intesa. La società di Lotito ha manifestato l’intenzione di mettersi in contatto con me e Yilmaz, prima però deve risolvere la questione con il Galatasaray». Egesel è in attesa, raggiungerà Roma appena avrà il via libera, sempre che arrivi. Yilmaz ha dato il suo assenso, sogna di sbarcare in Italia un anno dopo i primi contatti. Il manager dell’attaccante nei giorni scorsi era uscito allo scoperto garantendo la massima disponibilità, assicurando che «l’ingaggio non sarebbe un problema». Yilmaz in Turchia percepisce un ingaggio da circa 3 milioni di euro, la cifra sarebbe comprensiva di alcuni bonus. La Lazio sarebbe pronta a riconoscere al bomber turco uno stipendio da poco più di 2 milioni. Yilmaz vuole cambiare aria, ha avuto problemi con Terim ed anche con qualche senatore del gruppo, di certo non c’è più intesa tra tecnico e giocatore. I motivi? L’esclusione di Burak dall’undici che ha giocato la Supercoppa e la presenza ingombrante di Drogba nella rosa del Galatasaray. Eppure Yilmaz non ha mai deluso, non ha mai smesso di fare il suo dovere dopo gli 8 gol realizzati in 9 gare di Champions. Ha ricominciato a segnare nella stagione in corso, ha firmato due reti nelle prime due gare della Super Lig turca, ha colpito contro il Gaziantepspor e il Bursaspor. Yilmaz è a Istanbul, il Galatasaray sarà impegnato domani sera, affronterà l’Eskisehirspor nel terzo turno del campionato.

I COMPAGNI – Yilmaz attende notizie, garantisce il massimo impegno parlando ai media turchi, è criptico quando gli chiedono notizie sul futuro. I compagni lo vedono distratto: «Cosa succede? Sei sempre distratto, così non va», gli avrebbero detto nello spogliatoio. Burak ha un desiderio, non l’ha espresso pubblicamente, chi lo conosce sa di cosa si tratta: «Da quando un altro club si è insinuato nella sua testa appare sempre distratto», si scrive sui media turchi, vengono riportate (senza svelarle) fonti vicine alla squadra. La distrazione di Yilmaz si chiama Lazio, si chiama Italia. Le prossime ore saranno decisive, la volontà del giocatore si conosce. Lotito sta provando ad accontentare tutti: Petkovic, i tifosi e Burak. Non è facile, l’operazione è nata in salita e col passare dei giorni s’è rivelata ancora più complicata. La Lazio ha fatto un tentativo, non s’è mai data per vinta, l’affare Felipe Anderson lo dimostra, potrebbe essere preso ad esempio anche quello Hernanes. Serve pazienza, le trattative subiscono frenate, sembrano sul punto di chiudersi, all’improvviso si riaprono, quante volte è successo? Lotito farà leva sulla volontà del giocatore, può essere il suo asso nella manica. Se Yilmaz punterà i piedi e chiederà d’essere ceduto, la Lazio rientrerà in azione. Il gong del mercato scoccherà lunedì prossimo, c’è ancora tempo per centrare il colpaccio.

 

 

Corriere dello Sport
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy