CDS – Rebus Kozak: futuro e rinnovo, non c’è accordo

C’è un rebus Kozak, forse diventerà un caso. E’ il jolly che la Lazio vuole utilizzare per riscattare la metà mancante di Candreva, ma l’affare è fermo. Lotito valuta il ceco 8 milioni, sono troppi per l’Udinese. I friulani chiedono contropartita e conguaglio per chiudere l’accordo. Kozak e il suo…

di redazionecittaceleste

C’è un rebus Kozak, forse diventerà un caso. E’ il jolly che la Lazio vuole utilizzare per riscattare la metà mancante di Candreva, ma l’affare è fermo. Lotito valuta il ceco 8 milioni, sono troppi per l’Udinese. I friulani chiedono contropartita e conguaglio per chiudere l’accordo. Kozak e il suo manager sono stati ricevuti mercoledì sera a Villa San Sebastiano, s’è parlato del futuro e anche del rinnovo contrattuale. Il ceco è in scadenza nel 2015, la società avrebbe fatto un’offerta, non è arrivata la firma. Kozak è sul mercato, la valutazione di Lotito è alta, nessuno è disposto a spendere 8 milioni per l’attaccante. Il ceco, se non s’arriverà all’accordo con l’Udinese, potrebbe essere ceduto in prestito. Il rischio è questo: Kozak rientrerebbe a Roma ad un anno dalla scadenza. E’ una situazione da approfondire, l’attaccante è sul mercato, potrebbe restare a Roma oggi pomeriggio. Petkovic diramerà l’elenco dei convocati dopo l’allenamento, sarà presa una decisione.

BERISHA – Non solo Yilmaz, c’è da seguire l’operazione Berisha. Il portiere albanese è stato a Roma mercoledì, c’era anche lui a Villa San Sebastiano (accompagnato dal manager e da un dirigente del Kalmar). La Lazio sta studiando il suo caso, l’acquisto è legato alla partenza di Bizzarri. In Albania hanno dato per fatto l’accordo coi biancocelesti: «Berisha ha firmato un quadriennale da 500mila euro a stagione». Non sono arrivate conferme, si sono registrate le parole del diesse del Kalmar, si chiama Svante Samuelsson: «Le discussioni con Lazio continueranno nei prossimi giorni, ma nulla è ancora definito. Siamo tornati a casa». Berisha oggi dovrebbe ritirare il passaporto svedese, è una condizione necessaria per essere tesserato dalla Lazio. Non va dimenticato il Chievo, minaccia di rivolgersi alla Fifa, ritiene il giocatore sotto contratto da gennaio.

BIZZARRI – Berisha, in ogni caso, non ha posto a Formello. Bizzarri è bloccato, le offerte ricevute nelle scorse settimane non si sono concretizzate. E’ stato associato all’Udinese nell’ambito del riscatto di Candreva, il manager ha smentito: «L’Udinese? Mai sentiti i dirigenti friulani. Se dovesse restare alla Lazio – ha detto Matteo Materazzi a Radio Manà Manà – avrebbe lo stesso entusiasmo manifestato sin dal suo arrivo a Roma. Bizzarri cambierebbe sistemazione solo per fare il titolare da un’altra parte, anche per giocarsi la possibilità di conquistare un posto ai prossimi Mondiali». Il Genoa s’è tirato indietro, la Sampdoria non è uscita allo scoperto, il Torino non s’è mosso. Bizzarri “rischia” di rimanere a Formello, andrebbe a scadenza a giugno: «Bizzarri al momento è il vice Marchetti con poche possibilità di lasciare la squadra biancoceleste. Le tante offerte ricevute prima della Supercoppa – ha aggiunto Materazzi – ora sono svanite perché con l’inizio del campionato la situazione è cambiata. Il Genoa? Era stata la società più convincente anche sotto l’aspetto economico, si sono registrati sondaggi da Sampdoria, Torino e Fiorentina, ma tutte queste società hanno deciso di puntare sul materiale a disposizione». Lo scenario è chiaro: «Berisha? Non mi risulta che abbia trovato l’accordo con la Lazio, tuttavia se arrivasse con Bizzarri ancora a Formello sarebbe un problema del portiere albanese trovare spazio», ha concluso il manager del portiere argentino.

IN PAIDEIA – Visite in Paideia, s’è diffuso l’allarme ieri pomeriggio. S’è pensato all’arrivo di un nuovo acquisto, in clinica alle 8 non si presenteranno né Yilmaz né Berisha. Ai controlli dovrebbe sottoporsi Salam Denè, l’ex Primavera. L’anno scorso è stato in prestito alla Salernitana, è rientrato, cerca squadra insieme a Sculli, Stankevicius, Alfaro e Barreto. Per non parlare di Kozak… 

 

Corriere dello Sport
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy