notizie

CDS – Petkovic, un altro sprint

La tribuna del centro sportivo Capo i Prati di Fiuggi, località termale a circa ottanta chilometri da Roma, alle sei di ieri pomeriggio, per il primo allenamento della Lazio, era popolata da trecento tifosi. Tanti, considerando che la...

redazionecittaceleste

La tribuna del centro sportivo Capo i Prati di Fiuggi, località termale a circa ottanta chilometri da Roma, alle sei di ieri pomeriggio, per il primo allenamento della Lazio, era popolata da trecento tifosi. Tanti, considerando che la squadra di Petkovic era appena arrivata e solo da oggi, con una doppia seduta di lavoro, comincerà il vero e proprio ritiro. Un boato ha accolto Stefano Mauri quando è entrato in campo. Il coro ( «Un capitano, c’è solo un capitano» ) per salutare il centrocampista brianzolo, appena fermato dalla Disciplinare. Non può giocare, ma si allena. E il popolo biancoceleste, al primo contatto in pubblico dopo la sentenza di primo grado, gli ha fatto sentire un calore e un affetto straordinari. Mauri è stato colpito dall’accoglienza ricevuta, ha ringraziato i tifosi, li ha salutati. Lo hanno stretto in un abbraccio, superando persino le manifestazioni e i cori pieni di entusiasmo che ormai da un mese inseguono Lulic, eroe del derby di Coppa Italia. Subito dopo è cominciato l’allenamento. Fase di riscaldamento, parte atletica, solito lavoro tecnico sul pressing. La squadra era divisa in tre gruppi da otto giocatori. Il preparatore Adalberto Grigioni lavorava con Marchetti, Bizzarri e Strakosha. All’appello mancava soltanto Cristian Ledesma, che ha goduto di un giorno di permesso e da oggi si riunirà al gruppo. Il brasiliano Felipe Anderson e il portoghese Pereirinha correvano con Alessandro Fonte, l’altro preparatore atletico, svolgendo un allenamento differenziato. Petkovic ha portato tutti, confermando i baby Crecco, Cataldi, Keita e Rozzi in prima squadra. A casa soltanto Emiliano Alfaro, ancora infortunato al ginocchio.

TEDESCO - Discorso a parte merita Klose. Per motivi precauzionali aveva saltato l’amichevole con il Panathinaikos e ieri, dopo un breve colloquio con Petkovic, s’è allenato in palestra. Niente di preoccupante, dicono alla Lazio. Già oggi dovrebbe riprendere ad allenarsi con la squadra.

OLYMPIA E L’ACQUA - Non poteva mancare l’aquila della Lazio, regina incontrastata e attrazione principale per i tifosi. E’ la settima volta che la squadra biancoceleste si presenta in ritiro a Fiuggi, la quarta consecutiva dall’estate 2010. Ad accogliere la squadra biancoceleste anche Alberto Festa, vicesindaco e assessore allo sport al Comune della località termale. Per i tifosi biancocelesti una gradita sorpresa: allo stadio c’è la distribuzione gratuita dell’acqua di Fiuggi. Depura e fa bene, considerando che ieri pomeriggio il termometro, nonostante gli 800 metri di altitudine, sfiorava i trentacinque gradi. «Siamo lieti di ospitare la Lazio, è un connubio felice che si rinnova ogni anno e che ormai è consolidato». Il ritiro della squadra di Petkovic cade nei giorni in cui si festeggia Anticolandia, la festa dedicata ad Anticoli di Campagna, il nome originario di Fiuggi. Da giovedì a domenica festa della musica e delle tradizioni popolari in Piazzale Monumento. Le istituzioni locali stanno cercando di organizzare una serata con l’aquila Olympia e la Lazio

Fonte: Il Corriere dello Sport

Potresti esserti perso