notizie

REPUBBLICA – Scontri, disordini e tensioni. Ultrà polacchi, inferno in centro

Disordini, sorveglianza speciale, 13 fermi e 2 Daspo. Come previsto, non sono passati inosservati i tifosidel Legia Varsavia giunti ieri a Roma in occasione della gara di Europa League contro la Lazio. Polizia e carabinieri hanno dovuto...

redazionecittaceleste

Disordini, sorveglianza speciale, 13 fermi e 2 Daspo. Come previsto, non sono passati inosservati i tifosidel Legia Varsavia giunti ieri a Roma in occasione della gara di Europa League contro la Lazio. Polizia e carabinieri hanno dovuto sorvegliare nell’arco di tutta la giornata i loro spostamenti nella Capitale. Le tappe principali il Colosseo, Piazza Venezia, Via Nazionale, Fontana di Trevi e Piazzale Flaminio, e nonostante siano stati controllati a vista dagli uomini dei reparti mobili (anche con l’ausilio di un elicottero), non sono mancati i momenti di tensione. In particolar modo a Piazza Venezia, dove hanno tentato in tutti i modi di aprirsi un varco forzando i cancelli che regolano l’entrata dei visitatori all’Altare della Patria, e nel Burger King di piazzale Flaminio. Qualche problema pure a Ostia, con alcuni polacchi che, oltre ad aver creato scompiglio in metro, si sono rifiutati di pagare un taxi. Disordini contenuti per merito del tempestivo intervento delle forze dell’ordine. Cinque tifosi sono stati fermati appena atterrati in Italia: prima di scendere dall’aereo si sono impossessati di alcuni altoparlanti del veivolo. Il personale dibordo si è accorto del furto e ha avvisato gli agenti di servizio nello scalo che dopo averli individuati li ha fermati, identificati e trovati in possesso della refurtiva. Stessa sorte di altri quattro, che intorno alle 16 sono stati fermati da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Fiano Romano. Nella loro autovettura sono stati rinvenuti un manganello a molla, due cacciaviti e una chiave inglese. Arnesi pericolosi in possesso pure di altri quattro, fermati per un controllo da una volante del commissariato San Basilio. Anche allo Stadio Olimpico, molti di loro (coperti di passamontagna) sono entrati senza biglietto forzando i cancelli del settore ospiti.

Fonte: Repubblica

Potresti esserti perso