CDS – Grinta Ledesma, torna Konko

La Lazio ricarica le batterie dopo il ko interno contro la Juve e prova a rimettersi in carreggiata, subito, contro l’Udinese. E le notizie che arrivano dal campo di allenamento da Formello contribuiscono a riportare il sorriso a Vladimir Petkovic ieri sereno nella conduzione della seduta. VERSO LA FINE DELL’EMERGENZA…

di redazionecittaceleste

La Lazio ricarica le batterie dopo il ko interno contro la Juve e prova a rimettersi in carreggiata, subito, contro l’Udinese. E le notizie che arrivano dal campo di allenamento da Formello contribuiscono a riportare il sorriso a Vladimir Petkovic ieri sereno nella conduzione della seduta.

VERSO LA FINE DELL’EMERGENZA – Aveva la pettorina colorata, quella che identifica il jolly nelle partitelle infrasettimanali. Poteva giocare e dare appoggio a entrambe le squadre così da evitare pericolosi contrasti. Ma la sostanza non cambia: Konko è tornato. Non solo quindi per quanto concerne il lavoro fisico, ma anche per quello con il pallone. Sembra tuttavia difficile immaginare il laterale pronto per la trasferta di Udine. Non possono certo bastargli tre giorni di allenamento per ritrovare forza nei muscoli e fiato nei polmoni. Tuttavia la 34ª giornata, quando la Lazio scenderà in campo al Tardini per sfidare il Parma, potrebbe rappresentare l’occasione per rivedere all’opera Konko. Chi invece può coltivare speranze di incrociare gli scarpini con Di Natale e soci è Ledesma. L’argentino sta meglio e il fatto che non abbia preso parte alla partitella è stata semplicemente una scelta precauzionale da parte dello staff medico biancoceleste. Petkovic potrebbe metterlo in campo dal primo minuto nella sfida del Friuli. IN BILICO – Gonzalez invece è ancora alle prese con la fascite plantare e per questo motivo ha lavorato a parte. L’utilizzo dell’uruguaiano sarà deciso soltanto all’ultimo. In caso di suo forfait sarebbe confermata la fiducia (forzata) a Stankevicius. Sempre restando sul discorso relativo alle corsie esterne, chi invece dovrà ancora aspettare per il rientro è Pereirinha. CAPITOLO ATTACCO – Miroslav Klose ha evitato il campo, preferendo invece una sessione di potenziamento in palestra. La tabella di lavoro era già stata programmata e quindi la notizia non desta alcun allarme. Tuttavia il reparto d’attacco resta un rebus che ancora attende soluzione da parte di Petkovic. Il tedesco non è certamente al top della forma. Reduce dall’ennesimo infortunio non ha ancora recuperato una condizione accettabile. Il suo valore assoluto evidentemente non si discute, tuttavia resta da capire se in questo momento particolare possa contribuire in modo sostanziale al percorso biancoceleste oppure non sia più opportuno concedergli tempo e allenamento. Da questo punto di vista Floccari è apparso nella partitella piuttosto pimpante e potrebbe essere proprio lui a svolgere il ruolo di terminale offensivo contro l’Udinese. POLEMICA RUMENA – Stefan Radu ha giurato alla Lazio fedeltà, impegno e passione. E sull’altare biancoceleste ha sacrificato anche la maglia della nazionale rumena. Le parole del suo procuratore, Victor Becali, rilasciate al sito Tuttomercatoweb.com non fanno dunque che confermare il percorso scelto dal difensore: « Radu Resta alla Lazio ». A guastare il clima idilliaco o quasi ci ha pensato però Mircea Sandu, presidente della Federcalcio romena che, in merito all’addio annunciato dal numero 26 della Lazio, ha dichiarato al sito dolce-sport.ro: « Radu giocherà solo nella Lazio, qual è il problema? Come ha giocato in nazionale? Se la sua intenzione è questa, ce ne faremo una ragione. Le perdite sono quella di Hagi o di Popescu, queste sono le vere perdite. Vuoi andartene? Nessun problema baby! ». Giudizio tagliente, sbeffeggio: abitudini, da qualunque latitudine le si osservi, sempre molto rischiose quando la storia la scrive un pallone che rotola e cambia direzione. All’improvviso.

Fonte: Il Corriere dello Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy